rio
rio

Il beach volley italiano ha una nuova bellissima pagina di storia tutta da leggere: gli autori sono Daniele Lupo e Paolo Nicolai che accedono per la prima volta in assoluto alle semifinali dei Giochi Olimpici (mai prima d’ora una coppia italiana era riuscita nell’impresa). In questa ventosa serata della spiaggia di Copacabana i ragazzi di Matteo Varnier hanno battuto 2-1 (21-18, 20-22, 15-11) i russi Liamin/Barsuk.

Nel primo set gli azzurri hanno sempre amministrato un minimo vantaggio oscillato tra il +3 e il +1, ma protrattosi fino alla fine quando sul 19-18 in loro favore un fallo a rete di Liamin ha regalato al duo tricolore la prima palla set concretizzata da Daniele Lupo: 21-18. Nel secondo parziale azzurri costretti ad inseguire fin dalle prime battute anche se le due squadre sono state sempre molto vicine (in sostanza stessa situazione del primo set, ma a parti invertite). I ragazzi di Varnier hanno agguantato la parità sul 14-14 e poi sul 15-15, ma i russi hanno piazzato un nuovo break portandosi sul 17-15. Il motivo della gara comunque non è mai cambiato con gli azzurri ostinati a non mollare (18-18, 20-20) anche se nel finale sono stati proprio i russi ad imporsi ai vantaggi dopo che Lupo/Nicolai erano riusciti ad annullare un set ball.
Tiebreak che ovviamente non poteva deludere le aspettative degli spettatori che hanno assistito ancora ad un parziale con continui testa a testa, ma che nelle fasi centrali ha visto Nicolai protagonista di una serie di servizi che sembravano poter scavare il solco definitivo (10-6, 10-7), cosa però non avvenuta con i russi di nuovo sotto di una sola lunghezza (10-9, 11-10). Il finale è stato palpitante con Nicolai/Lupo di nuovo sul +3 (14-11) e bravi a chiudere al primo match ball (15-11).

I ragazzi italiani torneranno in campo alle ore 23 locali (le 4 in Italia) contro l’altra coppia russa Krasilnikov/Semenov, squadra già affrontata e battuta al tie-break nella finale dei Campionati Europei disputati a giugno.

Articolo precedenteRio, atletica, Libania Grenot ottava nella finale dei 400
Prossimo articoloRio, atletica, Donato sfiora la finale del triplo