Un Rally 1000 Miglia che, Venerdì e Sabato scorsi, ha reso la scelta delle gomme la variabile principale per il raggiungimento del risultato migliore e che ha visto entrambi i portacolori di Rally Team protagonisti di alterne fortune, a partire da un Daniel Mores che, iscritto dall’ACN Forze di Polizia ma sostenuto anche dalla scuderia con base a Rosà, si trovava alla sua seconda nella classe regina, affiancato dalla moglie Raffaella Quetti.

Il pilota della compagine vicentina, a bordo di una Skoda Fabia R5 di Delta Rally, si è reso autore di una gara altalenante, con interessanti riscontri cronometrici azzoppati da alcune penalità, inflitte per ritardi a due controlli orari nati dalla necessità di sostituire le coperture.

Resta la soddisfazione di aver portato a termine una gara valevole per il Campionato Italiano Assoluto Rally con un buon ventiquattresimo di classe R5 – Rally 2 e ventiseiesimo in gruppo RC2N, a distanza di oltre un decennio dall’ultima apparizione sulle speciali del bresciano.

“Dopo dodici anni di assenza sono tornato al 1000 Miglia” – racconta Mores – “e, con molto piacere, ho riscoperto la bellezza ed il notevole impegno che questa gara richiede. Percorrendo tre prove speciali in altrettante distinte vallate il meteo cambia di continuo, specialmente nelle condizioni che abbiamo trovato in questo fine settimana. È stato difficilissimo trovare un compromesso equo anche perchè eravamo lontani oltre un’ora dall’assistenza. Il team Delta Rally è stato un valido supporto ed altrettanto la Skoda che ho utilizzato. Abbiamo preso qualche penalità perchè, con l’arrivo della pioggia, dovevamo cambiare per forza le gomme. Io e mia moglie ci siamo divertiti molto, specialmente percorrendo la speciale di Pertiche, di oltre ventisei chilometri, dove abbiamo raggiunto i due concorrenti che ci precedevano. Tanti, tanti e tanti traversi. Ora valuteremo il futuro ma, salvo sorprese, dovremmo esserci al Bassano.”

Debutto con top ten centrata per un più che positivo Brian Panarotto, alla sua destra il fido Arnaldo Panato, al volante della Citroen C3 Rally 2 messa a disposizione da Baldon Rally.

La seconda punta di Rally Team, all’esordio nella classe maggiore, ha preso parte all’ultima tappa della Coppa Rally ACI Sport di seconda zona, in gara test per il prossimo Due Valli.

A completare il bilancio un buon nono posto in classe R5 – Rally 2 ed in gruppo RC2N.


“Siamo partiti al Sabato con un meteo incerto” – racconta Panarotto – “e, non conoscendo la vettura se non per un piccolo test fatto in pista, abbiamo deciso di partire cauti, aumentando il ritmo dove ci sentivamo in maggiore sicurezza. Per il giro del pomeriggio avevamo montato quattro gomme da bagnato ma, a dieci minuti dall’uscita dall’assistenza, abbiamo deciso di cambiare e di ripetere quanto fatto al mattino ovvero quattro asciutto e due bagnato in baule. La scelta si è rivelata giusta ed abbiamo iniziato a capire l’auto discretamente, divertendoci. È chiaro che ci vogliono chilometri per prendere mano con questi mezzi ma i tempi segnati, migliorando bene il secondo giro, ci fanno ben sperare per il Due Valli. Vettura spettacolare, team al top che non cambierei mai al mondo. Siamo davvero molto soddisfatti del risultato.”

Articolo precedenteBaseball, una gara-7 da brividi premia Parmaclima
Prossimo articolo1000 Miglia lampo per Zorzi