Non c’è tempo per rifiatare ed in casa Rally Sport Evolution lo staff è chiamato agli straordinari per un finale di 2022 che si conferma ricco di impegni.

Saranno tre le destinazioni previste per il fine settimana, cinque le vetture da portare in gara.

Riflettori puntati su uno degli eventi più attesi dell’anno, il Rally Città di Schio, che, tra Venerdì e Sabato, scriverà un altro capitolo da record della sua gloriosa storia, vantando un imponente parco partenti tra i quali figureranno anche due portacolori della squadra corse di Ranica.

Terza apparizione stagionale per Marco Pellizzaro, alle note l’inseparabile Marco Melotti, che avrà tra le mani una Peugeot 208 R2 con la quale puntare ad un risultato di prestigio.

Quarto al Valpolicella e sesto al Marca il pilota della compagine bergamasca sarà alla ricerca di un terzo risultato utile, sognando un podio che potrebbe diventare la ciliegina sulla torta.

Discorso diverso per Luca Villardi, alle note Michael Guglielmi, che, dopo uno sfortunato Due Valli, debutterà sulla Peugeot 208 Rally 4 lombarda con tanta voglia di puntare in alto, ripartendo dalla seconda piazza dello scorso anno, firmata qui con la turbo francese.

Dalla provincia di Vicenza alla sponda piemontese del Lago Maggiore, in quel di Baveno, per l’edizione numero otto del Rally 2 Laghi, conosciuto nell’ambiente come Rally dell’Ossola.

Anche in questo scenario saranno due le vetture schierate in campo, ad iniziare dalla Ford Fiesta Rally 4 che sarà affidata nelle mani di Luca Petrucciani, in coppia con Cristian Roberti.

L’ennesimo cambio di casa per lui, dopo essere passato dalla Peugeot, alla Citroen, alla Renault ed aver esordito quest’anno nella classe regina, a bordo di una Skoda Fabia R5.

Un primo ballo con la vettura dell’ovale blu nel quale cercare di trovare presto il giusto feeling.

A fargli compagnia, al volante di una Peugeot 208 R2, sarà Davide Nicolazzi, in coppia con Gianni Ianni, ed atteso ad un pronto riscatto dopo aver archiviato uno sfortunato Rubinetto.

Dal Sabato e Domenica sulle rive del lago verso quelli da vivere nel cuore della Toscana, in occasione di una seconda edizione del Rally di Chiusdino pronta ad accendere i motori.

Nel senese sarà soltanto una la punta schierata ma di indubbio valore, stiamo parlando di Giacomo Vargiu che, assieme al fido Luca Macrini, ritroverà la Peugeot 208 Rally 4.

Uno degli attesi protagonisti della vigilia, candidato ai quartieri nobili della classifica, in virtù dell’ottimo nono assoluto e primo di classe centrato nel precedente Colline Metallifere.

“Sarà un fine settimana molto impegnativo per noi” – racconta Claudio Albini (titolare Rally Sport Evolution) – “perchè dovremo seguire tre campi gara distinti, tra l’altro in zone molto distanti tra di loro perchè parliamo di nord est, nord ovest e quasi centro dell’Italia. Schio è una piazza storica per il Triveneto e l’elenco partenti è davvero impressionante. Il meteo potrebbe diventare un giudice determinante, come lo scorso anno, quindi ci dovremo far trovare pronti. Punteremo a fare bene anche al Laghi ed al Chiusdino, avendo le carte in regola per poterlo fare. I nostri piloti sono pronti e tutta la squadra si metterà al loro servizio, cercando di portare in campo tutta la nostra esperienza perchè, quando le condizioni del tempo iniziano a diventare ballerine, una squadra coesa riesce a fare ancora più differenza. Siamo pronti per il via.”

 

Articolo precedenteTorna in campo Crazy for Football per un calcio allo stigma
Prossimo articoloSale l’adrenalina è tempo di serie A e B dell’AIBVC