Si è aperto ufficialmente il sipario sulla terza zona della Coppa Rally ACI Sport, in occasione del Rally della Valpolicella, dando il via anche al programma principale di questo 2021 per Stefano Strabello, impegnato nella ricerca di un pass che gli permetta di accedere alla finale unica nazionale del Città di Modena.

Pochi partenti al via in classe R2C, soltanto in tre hanno confermato la propria presenza in quel di San Pietro in Cariano, con il pilota di Legnago che si ritrovava a fare i conti con un avversario temibile come Dal Castello, capace di prendere il comando sin dalla prima prova speciale.

Già la prima “San Peretto” contribuiva, con forza, a delineare i valori in campo e Strabello, sulla Peugeot 208 Rally 4 di Baldon Rally assieme ad Ivan Gasparotto, chiudeva con il secondo parziale a 11”7 dal leader ma con già oltre un minuto di margine sull’unico inseguitore.

La musica non cambiava sui due successivi impegni di giornata, con il portacolori di Destra 4 Squadra Corse che riusciva a contenere il gap dalla vetta nell’ordine di una decina di secondi.

Al giro di boa la provvisoria di R2C vedeva Strabello secondo con un ritardo di 29”4 da Dal Castello e con un margine di sicurezza su Carrara che rasentava ormai i due minuti.

“Sapevamo che sarebbe stata molto dura stare davanti a Dal Castello” – racconta Strabello – “ma abbiamo cercato sempre di migliorarci. Averlo come avversario è stato un bel termine di paragone e ci ha stimolato a cercare di crescere, prova dopo prova. Assieme ai ragazzi di Baldon Rally abbiamo apportato diverse modifiche al setup, puntando a rosicchiare il margine che ci separava in ogni singola prova. Abbiamo cercato di fare la nostra gara in crescendo anche se, a parte la Sant’Anna d’Alfaedo, non digerivo proprio le altre due prove speciali.”

Abbastanza lontano sul quarto crono Strabello si rifaceva sulla ripetizione di “Fumane”, riuscendo a chiudere con il secondo tempo e con un solo secondo di ritardo da Dal Castello.

Sull’ultima prova, con una classifica da tempo congelata, il legnaghese gestiva la situazione senza rischiare, mettendo in cascina punti importanti per la rincorsa alla CRZ di terza zona.

Un buon secondo posto di classe R2C che permette di guardare al futuro con ottimismo.

“È stata una gara molto difficile” – aggiunge Strabello – “perchè questa tipologia di strade non si adattava proprio alla mia guida. Una sede stradale molto stretta non mi permetteva di spingere come piace a me ma, nonostante questo, abbiamo portato a casa un buon secondo posto di classe e punti importanti per la Coppa Rally ACI Sport di terza zona. Sappiamo che dobbiamo lavorare ancora molto con il team, per adattare la Peugeot 208 Rally 4 al mio stile, ma sono certo che faremo molto bene nel corso dell’anno. Grazie quindi a tutto il team Baldon Rally e ad Ivan, sempre perfetto. Grazie ai nostri partners ed alla scuderia che ci sostengono sempre. Siamo abbastanza soddisfatti ma sappiamo che abbiamo ancora tanto da migliorare. Abbiamo circa un mese sino al prossimo Benacus e ci vogliamo presentare in ottima forma.”