Una terza edizione del Rally della Valpolicella più che positiva per Diego Annechini, quella andata in scena Venerdì e Sabato scorso a San Pietro in Cariano.

L’atteso appuntamento veronese, numeri impressionanti sull’elenco iscritti, ha regalato grosse soddisfazioni al pilota di casa, al debutto assoluto sulla Peugeot 208 R2 targata Baldon Rally.

Il portacolori della scuderia Best Racing Team, affiancato dall’esperienza di Fabio Andrian alle note, è stato autore di una gara solida, sempre nella metà alta della classifica, che gli ha valsa la quarta posizione di classe R2B, la ventunesima di gruppo R e la trentesima assoluta.

“Prima di Venerdì scorso non sapevo nemmeno come accendere questa vettura” – racconta Annechini – “ed è stato un fine settimana di scoperte continue, soprattutto per quanto riguarda la frenata e la percorrenza di curva. Visto il risultato finale, di classe ed in assoluta, sono più che soddisfatto. Finalmente ho corso con una vera auto da competizione, studiata e costruita per i rally. È una vettura davvero professionale e grazie al supporto di Baldon Rally e di Fabio Andrian siamo riusciti a vivere un fine settimana bellissimo. Abbiamo vissuto emozioni forti.”

Il primo round della Coppa Rally ACI Sport di terza zona vedeva Annechini partire con il piede giusto sin dalla prime due speciali, quinta piazza su dieci partiti, nonostante un paio di fuori programma che potevano allentare la concentrazione e portarlo a commettere facili errori.

“Nonostante fosse la prima volta con un sequenziale” – sottolinea Annechini – “siamo partiti bene sulla prima ma, quasi arrivati al termine, abbiamo trovato un concorrente uscito di strada e ci bloccava il transito. Fermata la speciale siamo andati verso la seconda ma, a cinque secondi dallo start, si è ripetuta la stessa situazione. Siamo partiti con gomme e freni freddi, fermi per una quindicina di minuti allo start, ed abbiamo cercato di evitare ogni rischio inutile.”

Mentre la lista dei ritiri si allungava Annechini continuava a progredire, confermandosi anche nella seconda tornata al quinto posto di classe, in crescita di feeling sulla Peugeot 208 R2.

Qualche ritocco al setup, della trazione anteriore della casa d’oltralpe, ed il pilota di Negrar cambiava marcia, migliorando sulla quinta il personale di oltre tredici secondi sul precedente.

Gratificati dalla crescita e dal recupero di una posizione, saliti al quarto in R2B, il locale abbassava il proprio parziale anche sul crono conclusivo, regalandosi una giornata di gioia.

“Eravamo partiti con l’intento di fare scuola e di non guardare la classifica” – conclude Annechini – “ma non possiamo che essere felici. La vettura è stata impeccabile, il team pure. Ho imparato a lavorare con la telemetria, capendo dove potevamo migliorare. Un fine settimana indimenticabile grazie a tutti i partners che ci hanno permesso di essere al via della gara di casa. Sarebbe bello poter continuare, magari al Benacus di metà Giugno. Vedremo.”