Manca davvero poco al primo controllo orario del Rally della Marca targato 2022 ed il terzo appuntamento con il Campionato Italiano Rally Asfalto, valevole anche per la Coppa Rally ACI Sport di terza zona a coefficiente maggiorato, vedrà Rally Sport Evolution portare sul campo tre portacolori, spinti da diverse motivazioni per ben figurare.

Ad aprire il terzetto, per la squadra corse con base a Ranica, sarà Marco Pellizzaro, nuovamente in coppia con Marco Melotti su una Peugeot 208 Rally 4 con la quale lo si è già visto in azione, buon quarto di classe Rally 4, nel precedente atto di CRZ al Valpolicella.

Pur non rincorrendo ufficialmente alcun tipo di campionato in questa stagione il pilota di Padova potrebbe sfruttare il massimo coefficiente a disposizione, qui a quota 1,5, per risalire una classifica provvisoria di CRZ che, attualmente, lo vede al quinto posto, a meno venti dalla vetta.

“Non stiamo seguendo nessun campionato in particolare” – racconta Pellizzaro – “e sarà la prima volta che parteciperemo a questa prestigiosa gara. Sono molto curioso di provare due speciali storiche dei rally italiani come il Monte Tomba ed il Cesen. Il primo test, al Valpolicella, è servito per sistemare le regolazioni sul bagnato. Spero di dover ripartire da zero con l’assetto perchè vorrebbe dire tempo clemente. Ho lavorato sui video delle prove e sembrano davvero spettacolari. Ci confronteremo con tutti i protagonisti del CIRA, avversari tosti che fanno tutto il campionato. Vogliamo divertirci ma anche migliorarci, gara dopo gara, come abbiamo fatto negli ultimi due anni, togliendoci qualche bella soddisfazione. Grazie a chi mi permette di coltivare questa passione, in primis alla mia compagna Chiara ed a tutti i miei partners.”

Ritorno tricolore quello di Eytan Halfon, alle note Fatih Burak Akcay, che sarà della partita con una Peugeot 208 R2, pronto a rompere il ghiaccio in questa nuova annata sportiva.

Il veloce pilota turco, già visto in azione lo scorso anno sulle vetture team bergamasco, potrebbe risultare una mina vagante, in grado di scombinare gli equilibri delle serie nazionali.

Un Marca che vedrà all’esordio anche Alberto Mario Pirola, affiancato da Chiara Corso ed a bordo di una Renault Clio Rally 5 con la quale inizierà il proprio cammino nel Clio Trophy Italia.

Dopo aver saltato il round d’apertura elbano il pilota di Milano, alla prima sulla vettura della casa transalpina, sarà obbligato a marcare i primi punti, cercando di fare esperienza.

“Non ho mai corso il Marca” – racconta Pirola – “ma posso dire di non essere del tutto nuovo a queste zone perchè ho una seconda abitazione qui vicino. Le speciali del Marca sono molto impegnative e veloci. Speriamo di poter fare bene. Saremo al via del Clio Trophy Italia ma siamo consapevoli che, essendo al debutto sulla Renault Clio Rally 5, pagheremo rispetto alla concorrenza che ha già corso all’Elba. Non abbiamo grandi prospettive di piazzamento, quello che arriva lo accoglieremo di buon grado. Avendo saltato la prima siamo già in rincorsa quindi ci auguriamo di poter fare punti. Dai test fatti con Claudio direi che l’auto è affidabile e veloce. Grazie a Claudio ed a tutto il team me la sono un po’ cucita addosso. Ora vediamo come va.”

Articolo precedenteIppica, Betflag, Dimitri Ferm e Delicius Gar sabato i favoriti a Torino
Prossimo articoloCalcio, Vis Casilina, Gagliarducci: “E’ stata un’annata piena di soddisfazioni”