Ferie terminate per Renzo Rampazzo e, con l’arrivo dell’imminente Rally del Friuli Venezia Giulia e Alpi Orientali, sul piatto si presenta un’opportunità decisamente ghiotta per il pilota della Renault Clio R3, curata da Baldon Rally.

Il prossimo fine settimana, più precisamente il 20 e 21 di Agosto, andrà in scena il penultimo appuntamento della Coppa Rally ACI Sport di zona quattro, con coefficiente maggiorato a 1,5.

La possibilità di raccogliere un cospicuo bottino di punti, unito all’assenza dell’attuale leader di classe R3C Fioroni, potrebbe consentire al pilota di Montegrotto Terme, affiancato da Michael Guglielmi sul sedile di destra, di annullare gli undici punti di ritardo dalla testa della classifica.

Buona anche la situazione nell’assoluta riservata agli over 55, il pilota della trazione anteriore transalpina viaggia al terzo posto ed è preceduto soltanto da due vetture della classe regina.

Occasione da sfruttare doppiamente anche in chiave di un R Italian Trophy che, in quarta zona, vede il patavino al secondo posto ed un ritardo di 24,55 punti dalla vetta mantenuta da Fioroni.

“Siamo al via del penultimo appuntamento con la CRZ” – racconta Rampazzo – “ed abbiamo l’occasione di ridurre il divario che ci separa da Fioroni. Il nostro diretto rivale nella zona non sarà in gara in Friuli e, avendo soltanto il Dolomiti a chiudere il campionato, tutto potrebbe ancora accadere. Dovremo rimanere molto concentrati e cercare di sfruttare questo bel regalo che ci potrebbe anche permettere di passare al comando di R Italian Trophy, in zona quattro.”

Una pressione che farà sentire il proprio peso anche nella Michelin Zone Rally Cup dove il portacolori della scuderia patavina La Superba, grazie al risultato del Città di Scorzè, è passato in testa al raggruppamento con un margine di nove lunghezze nel duello con Casarotto.

“L’amico Andrea non era presente a Scorzè” – sottolinea Rampazzo – “e questo ci ha permesso di massimizzare il nostro bel risultato, passando in testa alla Michelin Zone Rally Cup. Qui in Friuli avremo un altro scontro diretto con Casarotto, come al Carnia, ma ci presentiamo in vantaggio di nove punti e con solo due gare al termine della stagione. Dovremo cercare di dare il massimo a disposizione, per stargli davanti e per rimanere in testa al trofeo.”

Il banco di prova che Rampazzo sarà chiamato ad affrontare conterà sei prove speciali, tutte da disputare nella sola giornata di Sabato 21 Agosto, a partire dalla temuta “Mersino” (20,93 km) e da una delle classiche del rallysmo friulano ovvero la “Trivio – Prepotto” (14,83 km).

La fase centrale vedrà i protagonisti impegnati sulla “Drenchia” (13,31 km) e sulla ripetizione di “Mersino”, prima di concludere con un secondo passaggio su “Trivio – Prepotto” e “Drenchia”.

Una sfida che si rivelerà ulteriormente impegnativa in virtù della duplice valenza, anche terzultimo round del Campionato Italiano WRC, che accrescerà il livello del parco partenti.

“Affrontare una gara del CIWRC” – conclude Rampazzo – “sarà un confronto importante.”