Correva l’anno 2008, nell’ambito del Trofeo Rally Asfalto, quando Renzo Rampazzo debuttava sulla Renault Clio R3, in quell’occasione affiancato dal coriaceo Roberto Segato, e, dopo ben quattordici anni a vestire i colori della casa di Boulogne Billancourt, il pilota di Montegrotto Terme ha sentito la necessità di cambiare aria, di rinnovare la propria sfida e di approcciarsi alle nuove regine del rallysmo contemporaneo.

Un mix di fattori che porteranno, il prossimo fine settimana, il portacolori della scuderia La Superba a spostarsi verso un altro prestigioso marchio transalpino, presentandosi al via del rinato Rally Colli Trevigiani con una Peugeot 208 Rally 4, portata sul campo da Baldon Rally.

“Dopo quattordici anni al volante della mia Renault Clio R3 volevo provare qualcosa di nuovo” – racconta Rampazzo – “ed ho quindi deciso, alla mia giovine età, di rimettermi in gioco, di mettermi alla prova ed ecco che, grazie al supporto di Baldon Rally, proveremo quella che è considerata una delle vetture del momento ovvero la Peugeot 208 Rally 4. Sarà un cambio significativo per chi, come me, arriva da anni di guida con l’aspirato. Dovrò abituarmi al turbo e ad una gestione completamente diversa ma devo dire che questo mi stimola molto. Non si tratta, almeno per il momento, dell’inizio di qualcosa ma solamente di una voglia, di una curiosità per provare un’auto della quale tutti parlano. Vedremo cosa riusciremo a combinare.”

Avvicendamento invece forzato quello che vedrà protagonista il sedile di destra, assente per problemi di salute il fido Michael Guglielmi sarà Mauro Cumerlato ad affiancare il patavino.

“Auto nuova e navigatore nuovo” – sottolinea Rampazzo – “quindi le incognite saranno già due. Dopo una decina di gare filate con Michael la sintonia era già ad alti livelli ma, purtroppo, è risultato recentemente positivo e quindi non potrà essere al mio fianco. Lo sostituirà Mauro, con il quale non ho mai corso prima d’ora. Sono certo che riusciremo a trovare presto il feeling.”

Nato dalle ceneri del Montebelluna Rally e rivitalizzato dopo l’ultima edizione, corsa nel 2009, il Colli Trevigiani aprirà i propri battenti Sabato 19 Febbraio, verso l’ora dell’aperitivo a Cavaso del Tomba, per una passerella che condurrà i concorrenti verso il riordino notturno.

La Domenica seguente fuoco alle polveri per il mini Marca con le classiche prove speciali di “Mostaccin” (8,53 km), “Montello” (7,34 km) e “Monte Tomba” (11,47 km), quest’ultima rivisitata nel tratto iniziale con un inedito percorso, tutte da ripetere per due passaggi consecutivi.

“Dopo tanti anni si torna a correre qui” – conclude Rampazzo – “ed è bello che ci sia stata un’organizzazione nuova, fatta di persone appassionate e competenti, che abbia deciso di donare nuova vita allo storico Montebelluna Rally. Le prove sono le stesse di sempre, a parte la novità dell’inizio del Tomba che è molto interessante. Siamo pronti per toglierci la polvere.”

Articolo precedenteAtletica, avanza l’ipotesi dei 100 metri ai Fori Imperiali
Prossimo articoloFitav, stage intensivo per i probabili olimpici azzurri