C’è chi sale e c’è chi scende nella borsa di Funny Team, in seguito a un Rally Città di Scorzè che ha regalato due podi, una vittoria ed un terzo di classe nel produzione, e due ritiri che hanno rallentato la corsa in Coppa Rally ACI Sport.

Il tradizionale appuntamento con la quarta zona, preludio delle vacanze estive, ha visto un Alessandro Mason, in coppia con Giuseppe Giacomin su una Peugeot 306 Rallye, particolarmente in forma di fronte al pubblico amico e capace di firmare il successo in classe N3, vincendo sei delle otto speciali in programma, e nella generale del gruppo N.

Un trionfo che vede balzare il pilota di Spinea al quarto posto in CRZ, a meno cinque dal primo.


“Gara molto impegnativa per le insidie che presenta” – racconta Mason – “ed abbiamo cercato di dare il massimo in ogni condizione, tra il caldo torrido ed una leggera ma fastidiosa pioggia. Abbiamo rischiato più volte ma, per questa volta, la sfortuna è rimasta lontana. La vecchia 306 ha tenuto benissimo ed ha dato il massimo che poteva, risentendo meno dei suoi limiti di età su queste strade. Ottimo il team, grande collaborazione e stupendo sostegno morale. Grazie al mio naviga Giuseppe, detto Bepin, ed a tutta la scuderia Funny Team, con il mitico Flavio.”

Una lotta tutta in famiglia, quella per il produzione, che ha visto protagonista anche il vincitore del Valli della Carnia, Nicola Pezzato, prima di doversi fermare al termine della terza speciale.

Il pilota di Padova, affiancato da Fabio Pegoraro su una Renault Clio RS, dopo essersi portato al comando della N3 ai danni del compagno di colori Mason, vincendo la seconda e terza prova in programma, alzava bandiera bianca, in trasferimento, per il cedimento del giunto destro.

Uno zero pesante che però non modifica la situazione in ottica di CRZ dove il portacolori della scuderia di Abano Terme figura ancora al primo posto, pur in coabitazione con Sassolino.

Città di Scorzè da dimenticare per Massimo Minto, in coppia con Manuel Campagnolo su una Peugeot 106 Rallye gruppo A, costretto al forfait dopo l’uscita di strada sulla terza di giornata.

Per il pilota di Mirano uno stop che mandava in fumo una bella seconda piazza di classe A6.

Dulcis in fundo terzo di classe N2, appena fuori dalla top ten nella generale di produzione, per il segretario Nicola Dal Ben, affiancato da Irene Broggio su una Citroen Saxo di gruppo N.

Un risultato più che positivo, a conferma la crescita del pilota di Cadoneghe, che porta in dote i primi punti di una CRZ che, in quarta zona, lo vede iscriversi al nono posto di classe.

“Già dallo shakedown il feeling era buono” – racconta Dal Ben – “ma siamo consapevoli di quanto dobbiamo ancora imparare, sia io che la mia naviga. Dopo aver esplorato le prime prove abbiamo preso fiducia ed abbiamo affrontato il secondo giro spingendo. Abbiamo giocato un jolly non indifferente e, per un istante, abbiamo temuto di dover terminare la nostra gara. Da quel momento abbiamo cercato di non prendere rischi e la costanza ha pagato, vedendo i tanti ritiri. Grazie a tutti i ragazzi di Funny Team e di Cognolato Racing. Grazie al presidente Flavio, per il supporto, ed a tutti i partners che ci permettono di continuare questa bella avventura.”