Un Rally Città di Bassano così sarà certamente da ricordare, vuoi per i duecento concorrenti al via ma anche per le mutevoli condizioni meteo, nelle quali si è corso, oltre a qualche intoppo che ha rimescolato le carte.

Riflettori puntati su Enrico Tessaro che, dettando le note ad Andrea Dal Ponte, ha portato in dote a Jteam una splendida quarta piazza assoluta, secondo di gruppo R e di classe R5.

Un risultato prestigioso, preceduto soltanto da quel De Tommaso vincitore della passata edizione, che rilancia le ambizioni in chiave International Rally Cup 2020 dove ora i due figurano ai piedi del podio nella generale, a pari merito con Rovatti, perfettamente assecondati da una Skoda Fabia R5, messa a disposizione da Delta Rally ed iscritta per i colori di Omega.

Buon decimo assoluto, settimo gruppo R e di classe R5, per Adriano Lovisetto e Christian Cracco, sulla Volkswagen Polo R5 di P.A. Racing e supportata da Monselice Corse, che nonostante un fuori programma e qualche problema di gomme, si è comunque ben difeso.

“Sulla prima prova ho sbagliato la procedura di partenza” – racconta Lovisetto – “ed abbiamo perso un bel po’ di tempo. Il giorno seguente è andata decisamente meglio. Non è stata una passeggiata, basta vedere l’elenco partenti con tanti piloti fortissimi. Valuteremo se essere a Schio ed al Bellunese. Grazie a Jteam, a P.A. Racing, alla Monselice Corse ed ai partners.”

Più a suo agio sul viscido che sull’asciutto un buon Francesco Pozza che, in coppia con Marco Zortea sulla Skoda Fabia R5 di MS Munaretto, griffata Hawk Racing Club, ha chiuso alle spalle del pilota di Bastia di Rovolon, undicesimo assoluto, ottavo di gruppo R e di classe R5.

“Sui due giri a Valstagna mi sono proprio divertito” – racconta Pozza – “mentre il Sabato abbiamo faticato a trovare il giusto ritmo. Correndo poco, soprattutto con queste vetture, è naturale non essere al top. Ringrazio di cuore il nostro ds Battaglia assieme ai nostri partners.”

Sorride anche Paolo Menegatti, felice per le prime sensazioni vissute con la nuova casacca di P.A. Racing, sulla Skoda Fabia R5 condivisa con Michele Ferrara, alla fine quattordicesimo assoluto, undicesimo di gruppo R e di classe R5, nonostante un errore in avvio al Venerdì.

“Al Venerdì sera abbiamo avuto problemi con la fanaliera” – racconta Menegatti – “ed in più, per un mio errore, ci siamo girati. Sabato siamo andati in costante crescita ed il team P.A. Racing si è rivelato davvero competente. Una grossa iniezione di fiducia per la stagione 2021.”

Primo, in solitaria, in S2000 chiude Matteo Gambasin, con Giovanni Toffano sulla Peugeot 207 Super 2000 di MS Munaretto, seguito un positivo Rudy Tessaro, quindicesimo di classe R2B assieme a Massimo Follador su Peugeot 208 R2, entrambi iscritti con la locale Rally Team.