Classifica alla mano, la netta vittoria con il fanalino di coda Volley4Us non dovrebbe suscitare particolari riflessioni. Se si pensa, però, che alla viglia del match il club biancorosso aveva annunciato due acquisti di rango come Pugliese e Piattelli, allora il discorso cambia e i tre punti conquistati in trasferta non appaiono più così scontati.
Dopo il successo al tie break contro Labico, la Revolution si presenta a Colleferro per cercare di dare continuità alla vittoria ottenuta nello scorso turno. Le rossonere vengono schierate da De Sisto con Valente in regia e Caracciolo opposto, Dotti e Laguzzi in banda, De Luca Bossa e Alice Colonnelli al centro. Savone è il libero.

Forte dell’entusiasmo portato dai nuovi arrivi, Volley4Us dà vita a un primo set gagliardo, in cui se la gioca punto a punto con la Revolution. Sul 15-15 arriva il break delle padrone di casa (3-0) che però vengono raggiunte (20-20) e, grazie al sesto punto di Caracciolo, superate (22-23). Dopo il time out chiamato da Nardini, ancora Caracciolo e poi De Luca spingono il primo set a proprio favore.

Prodotto il massimo sforzo, le biancorosse di casa calano il ritmo favorendo la fuga della Revolution che, dopo due ace consecutivi di Dotti, è già avanti 5-10. Dopo una fase molto fallosa in attacco per entrambe le formazioni, la Revolution ritrova con più costanza il campo e aggiusta il muro (tre punti con Dotti, Colonnelli, De Luca), costringendo Volley4Us a chiamare il secondo time out sul 12-18. Al rientro, le padrone di casa segnano un break di 3-0, tuttavia le rossonere gestiscono il momento e tornano ad allungare con Macci (entrata su Laguzzi), Valente, De Luca e infine Dotti, che chiude il secondo parziale sul 20-25.
Il terzo set è pura formalità anche perché la Revolution trova particolare precisione dai nove metri, realizzando 5 ace e concedendo alle avversarie solo 2 errori al servizio.
Sul finale di frazione trova spazio Bretti (su Dotti) che, come tutte le compagne utilizzate in partita, riuscirà a mettere almeno un punto a referto.
Finisce 16-25 il terzo set, consegnando alla Revolution il secondo 0-3 esterno in questa stagione che vale l’approdo a quota 12 punti in classifica. Così come contro Labico, è Caracciolo la top scorer (16 punti), mentre Dotti, grazie agli 11 punti realizzati, è la prima giocatrice a varcare quota 100.
Tra una settimana la sfida casalinga contro Green Volley, partita importantissima per allungare la striscia di risultati utili e proiettarsi all’ultima gara del 2019 (a Terracina) con una classifica maggiormente in linea con le potenzialità del roster a disposizione di Stefano De Sisto.