I Macron Warriors Viadana schierati per il via di un campionato da vivere come protagonisti

In casa Macron Warriors Viadana c‘è massima concentrazione per quella quella che sarà la gara di esordio del Campionato Italiano di Powerchair Hockey di serie A1 – Girone B 2021-2022. Finalmente, è giusto dirlo. Il campo, il gioco, l’adrenalina, l’agonismo, il pubblico, la gioia del gol, sono tutti “ingredienti“ che ci sono mancati e un anno e mezzo è stato davvero lungo per tutti gli atleti delle squadre che ora tornano sportivamente ad affrontarsi per arrivare alla vittoria finale.

Il percorso dei Macron Warriors parte dal Palasport di Marmirolo (Mantova) che è diventato la casa del club rossoblu e che domenica 14 novembre, alle ore 15, ospita la prima partita ufficiale della nuova stagione: Macron Warriors Viadana-Sharks Monza. Una sfida che si rinnova, una sfida impegnativa contro una formazione che per tre volte negli ultimi cinque anni ha giocato la finale scudetto. Tre i precedenti fino ad ora nel corso di una regular season: una vittoria per gli Sharks e due vittorie per i Macron Warriors, l’ultima delle quali risale al gennaio 2020 quando a Sabbioneta, i “guerrieri“ di Viadana si imposero per 6-5. Poi la pandemia ha fermato tutto.

I Macron Warriors sono motivatissimi sapendo di essere una concreta realtà del movimento italiano di powerchair hockey e coltivano le giuste ambizioni per un club di vertice. Insieme alla prima gara di campionato, la prima giornata rappresenta anche l’esordio ufficiale sulla panchina dei Macron Warriors di Fabio Merlino come allenatore. Merlino, subentrato a Francesco Fraccaroli, svolgerà il doppio ruolo di atleta e tecnico, ma ha già fatto capire che ben presto lascerà il campo per occuparsi a tempo pieno della guida tecnica della squadra.

“Nel weekend appena passato abbiamo fatto un ritiro per lavorare su alcuni aspetti. – ha dichiarato coach Fabio Merlino nel presentare la gara con gli Sharks – Monza è forte e ben organizzata nella prima di campionato ha battuto 19-3 gli Skorpions. È una squadra che se gli concedi di fare il suo gioco ti fa male. Non a caso è da molti anni ai vertici. Noi arriviamo alla sfida con un anno senza gare ufficiali e con un nuovo progetto tecnico. Sicuramente daremo il massimo e confido nei miei ragazzi”.