Enrico Rinaldi protagonista a Kielce (Ph. FIM Europeo)

Archiviati i primi due appuntamenti stagionali disputatisi tra Castel di Tora e Plasy, lo scorso fine settimana il Campionato Europeo di Enduro ha affrontato a Kielce il terzo round con i Pata Talenti Azzurri FMI protagonisti. I giovani piloti supportati dalla Federazione Motociclistica Italiana e da Pata Snack hanno superato a pieni voti la trasferta polacca prevista dal calendario continentale, conquistando risultati di rilievo nonostante l’impervia sfida generata dal terreno fangoso e dalle avverse condizioni meteorologiche.

Nelle due giornate di gara, Enrico Rinaldi si è affermato come il grande protagonista di Kielce, mettendo a segno una perentoria doppietta nell’assoluta e di classe Junior E2. Ribadendo la crescita emersa per tutto l’arco della stagione, in virtù di questi risultati il giovane Pata Talento Azzurro FMI comanda la classifica di campionato dell’Europeo Enduro con 94 punti, 3 di vantaggio rispetto al suo più diretto avversario Krystof Kouble. Discorso analogo nella Junior E2 dove primeggia con 114 punti, 6 lunghezze di margine sempre nei confronti del pilota ceco. Un quinto ed un terzo posto rappresentano invece il bottino di Simone Cristini nella Junior E1, classe dove figura al secondo posto in campionato a quota 101 punti. Nonostante qualche imprevisto presentatosi nei due giorni di gara, Lorenzo Bernini ha concluso undicesimo e quarto nei due giorni di attività a Kielce, lasciando la Polonia al secondo posto dell’Europeo Youth (Junior Under 21).

Enrico Rinaldi sul gradino più alto del podio a Kielce (Ph. FIM Europe)

Cristian Rossi, Direttore Tecnico Enduro FMI: “Una trasferta rivelatasi molto difficile a causa del terreno fangoso e delle condizioni meteorologiche, con la pioggia incessante che ha reso estremamente impegnativo il percorso di gara affrontato dai piloti. Reduce da una buona prestazione alla Sei Giorni, Enrico Rinaldi si è reso protagonista di una gara impeccabile, vincendo per due giorni consecutivi l’assoluta. Una grande prestazione da parte sua, in grado di riaffermare la crescita emersa già lo scorso inverno dove si erano visti i primi miglioramenti. Parlando di Lorenzo Bernini, ha faticato nella prima giornata a causa di un inconveniente, mentre l’indomani è riuscito a scalare qualche posizione fino al quarto posto di categoria. A sua volta Simone Cristini sabato ha dovuto prendere le misure con il terreno fangoso, ma è riuscito a metterci una pezza con un quinto ed un terzo posto nei due giorni di gara.” Il conclusivo appuntamento dell’Europeo Enduro 2021 è in agenda a Hellendoorm (Olanda) dal 30 settembre al 2 ottobre prossimi con 3 giornate di gara in programma.