Nemmeno il tempo di prendere fiato che il mese di Settembre si conferma estremamente caldo per Pinetti Motorsport, già pronto a mettersi in marcia verso l’Autodromo Nazionale di Vallelunga, intitolato alla memoria di Piero Taruffi.

I prossimi 17 e 18 Settembre andrà in scena il quinto e penultimo atto della BMW M2 CS Racing Cup Italy ed i portacolori della squadra corse di Colorno saranno chiamati a giocarsi le carte migliori per puntare ai quartieri nobili di una classifica che lascia ancora la porta aperta.

“Vallelunga è una pista molto tecnica” – racconta Andrea Belicchi (coach Pinetti Motorsport) – “perchè mette insieme tutti i tipi di curve che si possono trovare. Si dire che quando si trova un assetto a Vallelunga allora si è a posto per qualsiasi autodromo. Siamo pronti per questa sfida.”

Il primo colpo di scena riguarda l’assenza della giovane e brillante Emma Segattini, impossibilitata ad essere al via nel fine settimana ma presente all’ultimo round al Mugello.

In cerca di riscatto, dopo un’Imola che gli ha lasciato una buona dose di amaro in bocca, sarà Marco Zanasi, sulla prima BMW M2 CS Racing del team parmense, attualmente terzo in campionato ma con un divario importante, diciotto lunghezze, da rimontare sul secondo.

Una trasferta delicata per il pilota di Maranello che si giocherà qui una chance determinante.

Vallelunga significativa anche per Giovanni Stefanin, sempre più vicino ai livelli di fiducia pre Mugello e con la possibilità di risalire altre posizioni nella classifica del Trofeo Hankook.

Il pilota di Milano si è visto in crescita di confidenza con la sua BMW M2 CS Racing, durante una recente sessione di test, preannunciando una trasferta votata di certo alla crescita.

Vallelunga difficile da digerire per il concittadino Marco Pellegrini, bersaglio prediletto della dea bendata nell’ultima apparizione di Imola, che punterà ad un riscatto nei confronti della sorte.

All’insegna dell’apprendistato l’esordio che vedrà qui protagonista Victor Briselli, reduce da un più che proficuo weekend in Emilia Romagna, desideroso di proseguire sulla medesima strada.

Per il pilota di Castelnovo Monti, nel reggiano, una due giorni nella quale progredire.

“Peccato per l’assenza della Segattini” – aggiunge Belicchi – “ma la rivedremo sicuramente al Mugello e siamo certi che sarà in grado di stupirci ulteriormente. Con Zanasi abbiamo svolto due giorni di test ma, storicamente, Vallelunga è una pista che non ama. Inoltre non potrà affrontare le libere, per un inderogabile impegno di lavoro, e speriamo che questo non pregiudichi il suo weekend di gara. Sarà una delle sue trasferte più dure dell’intera stagione ma abbiamo lavorato bene durante i test. Sarà un’incognita ma si punta sempre al podio. Stefanin ha condotto un bellissimo test e sta ritrovando la confidenza che aveva perso al Mugello. Già ad Imola si è vista la sua ripresa quindi siamo fiduciosi. Anche il test di Pellegrini è stato buono ma, come per Zanasi, Vallelunga non è il suo primo amore. Per Briselli sarà tutto nuovo, come sempre per quest’anno. Ad Imola ha vissuto un ottimo fine settimana, podio in gara 1 e sfiorato in gara 2. Anche il suo test è stato buono, con esito regolare. Le basi per fare bene ci sono.”

Articolo precedenteJolly Racing Team al Rally Vermentino con Simone e Riccardo Baroncelli
Prossimo articoloBingo Farinella, vinto a Putignano un superbingo di 22mila euro