Sono rientrate ieri sera all’Aeroporto di Fiumicino (Roma) le due medaglie Olimpiche della Pesistica Azzurra, Giorgia Bordignon (Argento nella 64 kg) e Mirko Zanni (bronzo nella 67 kg), insieme con Davide Ruiu (6° nella 61 kg) e Grazia Alemanno (11° nella 59 kg). Ad accoglierli con tanto di striscioni, trombette e bandiere, i loro compagni di Nazionale, amici, tifosi e anche il Presidente della Federazione Italiana Pesistica Antonio Urso.

Gioia incontenibile per gli Azzurri, che si sono goduti il bagno di folla, tenendo strette le loro medaglie.

Giorgia Bordignon: “Sono riuscita a tirar fuori quello che sono!”

Bello tornare a casa e avere un’accoglienza così inaspettata e calorosa. Sono ancora senza parole perché non ho ben capito cosa ho fatto; continuo a vedere i video ma non riesco a capacitarmi fino in fondo. Eppure sono proprio io quella dei video! Questa medaglia è meravigliosa, ed è una bella soddisfazione aver tirato fuori quello che non sono mai riuscita a esprimere in questi anni, e averlo fatto sul palcoscenico più importante. E’ arrivata LA medaglia, con un sorriso immenso e tante lacrime di gioia.

Mirko Zanni: “Torno a casa con un carico maggiore, quello della medaglia. Ben venga il torcicollo!”

Mi aspettavo una bella accoglienza, ma non così tanto, è meraviglioso! Forse inizio a realizzare un pochino quello che è successo ma ancora non completamente. I video li ho rivisti centinaia di volte, ho fatto le 6 del mattino ma niente ancora non mi capacito. L’obiettivo è stato in parte raggiunto perché ci sono ancora due posizioni da scalare ma il sogno è quello di portare la pesistica ad un altro livello di conoscenza. Adesso sono ben felice di tornare a casa con un carico maggiore, quello della medaglia, e ben venga il torcicollo!

 

Antonio Urso: “Teniamo ancora le dita incrociate per sabato”

Siamo felicissimi! E’ rientrata da Tokyo la prima parte della nostra delegazione, carica di medaglie e sorrisi! Adesso però lasciamo le dita incrociate fino a sabato mattina, perché c’è ancora la gara di Nino Pizzolato e credo che faremo delle belle cose. Aspettiamo sabato”