Mirco Scarantino è campione europeo nella categoria 55 kg! L’Azzurro conquista il suo 11° titolo continentale, il 3° della classe senior, sulla pedana di Batumi, in Georgia, dove realizza una prestazione stellare con 6 prove valide su 6. Per lui l’oro di strappo con 116 kg, l’argento di slancio con 145 kg, per un totale di 261 kg. “Sono soddisfattissimo – dice Scarantino poco prima della premiazione – era un titolo che mi mancava da 2 anni e non vedevo l’ora di tornare sul gradino più alto del podio. Ora si lavora per salire di categoria, andare alla 61 kg e puntare dritto a Tokyo 2020”.

Ottava posizione per l’altro azzurro Sergio Massidda, Campione del Mondo Youth in carica, che si ferma a quota 225: per lui 100 di strappo, 125 di slancio, per un totale di 225.

La gara di Mirco Scarantino

Mirco Scarantino è l’ultimo a salire in pedana nello strappo, con 110 kg, subito messi in banca; tenta la misura, senza riuscire, anche il turco Sahin, mentre va a buon fine quella del bulgaro Rusev; lo supera con 111 il rumeno Marian ma l’atleta delle Fiamme Oro torna subito concentratissimo in pedana con 112, sollevando il bilanciere. Restano in scia Rusev e Sahin, ma questa volta è il turco a indovinare l’alzata, anche se per lui resta l’ultima. Scarantino ha invece un’altra opportunità di salire in pedana e la sfrutta al meglio, alzando il tiro a 116; il nisseno vuole staccare gli avversari, per garantirsi anche maggiore sicurezza nello slancio, e affronta la prova con grandissima concentrazione. Perfetta la girata, poi una piccola incertezza nello slancio ma l’azzurro è talmente determinato da rimettersi in asse e mantenere alto il bilanciere. E’ oro di strappo.

Stesso iter nello slancio ma questa volta a tenere il suo passo è solo il bulgaro Rusev: l’entrata di Mirco in pedana a 136 viene subito rilanciata dal giovane antagonista che alza 138 in seconda prova, dopo un nullo. Nuova prova dell’azzurro a 140 che torna poi subito in pedana alzando la posta: per lui 145 kg, sollevati tra il tripudio della folla. Per lui è oro matematico di totale. Resta ancora una prova a disposizione del bulgaro che realizza l’impresa con 146, conquistando l’oro di specialità e anche il nuovo record europeo junior con 256 di totale. L’oro e il Titolo di Campione Europeo resta però al collo di Mirco Scarantino che festeggia con il suo 261 di totale, il gradino più alto del podio e l’inno Nazionale italiano.