Finisce con un’altra prestigiosa vittoria per gli atleti italiani il Mondiale di paraciclismo in Sudafrica. La staffetta azzurra, composta da Cecchetto, Mazzone e Zanardi ha stravinto, con un distacco significativo, la sfida ad avversari temibili come gli USA e la Germania. L’Italia chiude con 14 medaglie in totale di cui ben 7 del metallo più pregiato.

Nel Team Relay è partito per primo Paolo Cecchetto che ha subito permesso al secondo staffettista, Zanardi, di cominciare in testa. A questo punto i margini di vantaggio si sono dilatati e Luca Mazzone non ha fatto altro che amministrare con saggezza e senza rischi i tanti secondi di distacco.
Prima della gara del Team Relay ottavo posto per il Tandem di Bersini e Panizza in una corsa che ha visto la fuga da lontano dei colombiani Serna Moreno/Perez Arango capaci di mantenere un distacco di una trentina di secondi amministrando saggiamente il vantaggio fin sul traguardo.
“Grazie delle infinite emozioni che ci avete regalato. E’ stato un mondiale esaltante con grandi prestazioni sia dei veterani che degli atleti esordienti. Vivissime congratulazioni a Mario Valentini, che sa come costruire una squadra vincente, e al Presidente Renato Di Rocco per i grandi risultati ottenuti in questi anni, frutto di un lavoro serio e qualificato”. E’ quanto ha dichiarato Luca Pancalli, presidente del Comitato Italiano Paralimpico.