Dopo due anni di delusioni mondiali e continentali, il Settebello torna tra le migliori quattro al mondo. La nazionale maschile di pallanuoto sconfigge per 7-6 la Grecia nei quarti di finale dopo una partita equilibratissima e sbarca in semifinale ai Mondiali in corso a Gwangju (Corea del Sud). Domani  sfida all’Ungheria, in palio il pass olimpico e soprattutto il ritorno in una finale iridata dopo otto anni. Il ct Campagna è già carico per la sfida con gli ungheresi: «È come Italia Brasile nel calcio, sarà la partita della morte».