Funchal 12-18 giugno 2022 in foto: Riccardo Menciotti Foto Augusto Bizzi

Non poteva iniziare in maniera migliore questo Campionato del Mondo a Funchal sull’Isola di Madeira. Dopo una Paralimpiade stellare, vissuta a Tokyo lo scorso settembre, il plotone azzurro comandato dal Direttore Tecnico non ha di certo deluso le aspettative, anzi, i ventitre azzurri della Nazionale Italiana di Nuoto Paralimpico hanno incendiato il Complexo de Penteada facendo risuonare quasi come un’eco l’inno di Mameli per ben sei volte l’Inno di Mameli.

Il sipario viene degnamente aperto dalla prima star del day 1: Alberto Amodeo. L’atleta della Polha Varese, noto a tutti per l’argento paralimpico nei 400 stile S8 vinto a Tokyo, conferma la sua supremazia, incoronandosi Campione del Mondo sulla stessa distanza con il tempo di 4’42”76. Secondo e terzo posto all’America con Torres (4’27”84) seguito dal compagno Griswold (4’33”36). Una finale davvero al cardiopalma.

Funchal 12-18 giugno 2022
in foto: Xenia Francesca Palazzo
Foto Augusto Bizzi

Nella finale successiva Xenia Francesca Palazzo brilla d’argento intascandosi la medaglia d’argento nei 400 stile libero in 5’02”54. Anche la giovane atleta delle Fiamme Azzurre e del Verona Swimming Team conserva nel cuore questa gara, una gara di sudore e lacrime, una gara che l’ha portata a salire sul podio di Tokyo facendole mettere al collo un emozionante bronzo paralimpico. Medaglia d’oro al collo all’americana Stickney (4’50”18) argento alla Spagna con Zudaire (5’05”40).

Oro anche per una delle punte di diamante della Finp, Stefano Raimondi. Il pluricampione ai Giochi Paralimpici di Tokyo 2020 (GS FF.OO./Verona Swimming Team) nuota i 100 rana SB9 chiudendo in 1’07”61. Alle sue spalle il tedesco Wetekam (1’10”02) seguito dal canadese Leroux (1’11”04).

WonderGilli ci ha sempre abituati a grandi performance e al Penteada di Funchal non ha di certo treadito la fiducia di nessuno, anzi. L’azzurra pluri medagliata a Tokyo tesserata del Gruppo Sportivo Fiamme Oro e tesserata per la Società Rari Nantes Torino, si conferma regina mondiale nella finale dei 100 farfalla S13 fermando il tempo sul minuto 1’04”96 e dedicando quest’oro mondiale alla sua famiglia, nonna compresa, seduta sugli spalti portoghesi. Quindi oro a Carlotta, argento all’americana Pergolini (1’06”91) bronzo all’irlandese Ni Rian (1’09”05).

.Funchal 12-18 giugno 2022
in foto: Monica Boggioni e Giulia Ghiretti
Foto Augusto Bizzi

Anche Francesco Bocciardo (GS FF.OO./Nuotatori Genovesi) regala spettacolo. Qualificato alla finale con il 2°tempo, l’azzurro nuota la distanza secca dei 50 stile libero S5 in 33”11 toccando per primo la piastra e dando le spalle prima al brasiliano Da Silva (33”28) e poi al malesiano Zulkafi (33”21).

Un Capitano, c’è solo un Capitano. Ci sono gare che mettono i brividi e questa è proprio una di quelle. Una finale nuotata tutta rana e cuore. Classe 1979, Efrem Morelli non smette mai di stupire. L’azzurro tesserato per il GS FF.OO. e per i Canottieri Baldesio, dopo una qualificazione strepitosa nuotata stamattina con il primo tempo (49”30) in finale vola i 50 metri toccando la piastra a 48”88. Un tempo strepitoso considerando il fatto che ai Giochi di Tokyo, nel settembre 2021, il cremasco chiuse la finale a 49”42 piazzandosi solo al quarto posto. Con l’aria di chi può solo che insegnare, Morelli mette al suo posto gli avversari che si accontentano dell’argento nelle mani dello spagnolo Luque (50”79), ed il bronzo al giapponese Suzuki (51”12).

Oltre ai cinque ori che portano nell’ordine il nome di Amodeo, Raimondi, Gilli, Bocciardo e Morelli, e all’ argento firmato da Palazzo, la Nazionale del Direttore Tecnico Riccardo Vernole mette nel copioso bottino anche tre medaglie di bronzo la prima ce la regala monica boggioni (GS FF.OO./Pavia nuoto), nei 50 stile libero S5 (39”40), la seconda porta la firma di un’emozionatissima Angela Procida (GS FF.OO/Centro Sportivo Portici) nella finale diretta dei 50 rana SB2 (1’42”47) e l’ultima dal pluri medagliato a Tokyo, Antonio Fantin. Il ventunenne del GS FF.OO e della Lazio nuoto chiude la finale dei 100 dorso S6 in 1’19”86.

Il primo giorno di Mondiali ci regala anche una doppietta azzurra. Nella finale diretta dei 100 rana SB4, Giulia Ghiretti (GS FF.OO./Ego nuoto) e Monica Boggioni (GS FF.OO./Pavia nuoto) si sfidano a suon di bracciate, ma la parmense allenata ha la meglio e va a toccare la piastra per prima fermando il tempo su 1’52”01, subito alle sue spalle la Boggioni che chiude in 1’53”33. Bronzo va alla francese Sache (2’11”16).

Dulcis in fundo l’ultima medaglia della giornata arriva dal “solito” Raimondi che continua a stupire. Sulla distanza dei 50 stile libero S10 non si risparmia e guadagna un bronzo (25”75). Nella stessa finale Riccardo Menciotti (C.C. Aniene) si ferma al quinto posto mondiale (25”75).

Articolo precedenteBasket in carrozzina, Italia bella e vincente al “Città di Giulianova”
Prossimo articoloNuoto paralimpico, mondiali, Giulia Ghiretti medaglia d’oro nei 100 farfalla Sb4