Sul web i vip continuano a fare da traino. L’ultimo caso è quello di Mauro Icardi (28 anni) che propone a sua moglie una “relazione aperta” e poi la tradisce con Eugenia “China” Suárez.

«Prima ancora della scappatella —secondo quanto riporta ieri il Corriere dello Sport— le cose tra i due andavano già male, tanto che il calciatore argentino avrebbe chiesto alla showgirl di avere una relazione aperta» commenta Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com, il portale più affidabile dove cercare un’avventura in totale discrezione e anonimato.

«Qualche mese fa Mauro avrebbe proposto a Wanda di avere una relazione aperta perché si sentiva annegato. Non ha mai dubitato dell’amore che prova per lei ma glielo avrebbe proposto per poter vivere altre relazioni senza sensi di colpa» ha spiegato al Corriere dello Sport una fonte dell’emittente radiofonica argentina Mitre Live.

«Wanda avrebbe rifiutato con convinzione la proposta del marito e da lì sarebbe scoppiata la crisi finita poi con un tradimento» aggiunge un giornalista del canale televisivo sensazionalistico argentino Cronica HD.

«Pare proprio che in Argentina il “Wanda-gate” sta diventando un caso nazionale. Nella vicenda che vede coinvolto il calciatore Mauro Icardi e la moglie, la parola è passata ad Eugenia “China” Suárez, modella anch’essa argentina, che ha confermato il tradimento» sottolinea l’ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Non ho iniziato, incoraggiato o causato io questa situazione. Ho sempre creduto che fossero separati» sostiene Eugenia Suárez su Instagram.

«Ma poco importa. Il calciatore ha senz’altro ragione. Il fatto è che, paradossalmente, proprio le fameliche “corna” possono cementificare un rapporto tra moglie e marito ed evitare separazioni e divorzi» dicono dal portale Incontri-ExtraConiugali.com.

«Esiste solo una sola ricetta per riuscire a tenere la fede incollata al dito: il tradimento» ricalca Alex Fantini.

Incontri-ExtraConiugali.com sostiene —basandosi anche su i dati Istat—che il tradimento rafforza la relazione di coppia. In Italia, poi, ogni 3 minuti e mezzo fallisce un matrimonio, un record che porta l’Italia al primo posto in Europa per numero di nozze infrante, seguita a ruota dalla Spagna con una rottura ogni 4 minuti e mezzo.

«La durata media del matrimonio in Italia è di 15 anni, ma circa un divorzio su 5 si verifica proprio nelle coppie sposate da meno di 5 anni» sostengono gli analisti di Incontri-ExtraConiugali.com. La tendenza per il Bel Paese mette in evidenza anche una diminuzione del numero dei matrimoni.

«Ma in futuro, grazie ai tradimenti, i matrimoni saranno più stabili» sostiene Alex Fantini. Secondo l’esperto il diffondersi dei siti di incontri online riuscirà a determinare un’inversione di tendenza, dato confermato da un nuovo studio di Incontri-ExtraConiugali.com che rivela che i giovanissimi vogliono tradire.

Lo studio rivela che ad avere un’elevata propensione verso relazioni adulterine sono la maggior parte (75%) dei ragazzi della «generazione Z», quella composta dagli under-27 —nati dopo il 1995— definiti anche come nativi digitali.

La stessa tendenza è stata rilevata anche nella maggior parte (68%) della «generazione Y», quella composta dai 27-40enni —nati tra il 1982 ed il 1994— definiti anche come millennial generation, generation next, net generation oppure anche echo boomer.

«Il fatto è che tra i più giovani va anche di moda “farsi” la donna di qualcun altro e questo desiderio determina un numero crescente di iscritti ai portali di incontri per chi cerca un affaire» commenta Alex Fantini, ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Lo studio è stato realizzato nel mese di ottobre 2021 su un campione di 2.400 persone di entrambi i sessi, equamente distribuiti nelle diverse fasce di età: under-27 (nativi digitali), 27-40enni (millennial), 41-56 anni (X generation) e 57-75enni (baby boomer).

I più giovani (nativi digitali) —osserva Incontri-ExtraConiugali.com— trasgrediscono organizzandosi prevalentemente in rete (80%) e non disdegnano il sexting (73%): un aspetto importante di questa generazione è infatti l’assuefazione ad Internet fin dall’infanzia ed il conseguente diffuso utilizzo di social media e piattaforme di vario genere.

Il trend è simile per i millennial con un 71% di preferenze per Internet ed App ed un 68% che è dedito al sexting. «Anche per loro Internet e le App incidono per una parte significativa sul loro processo di socializzazione» spiega il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Facilitati dall’essere nativi digitali (generazione Z) o quasi (generazione Y), i più giovani hanno dunque superato le tendenze trasgressive della «generazione X», quella composta dai 41-56enni —nati tra il 1965 ed il 1980, gli anni della rivoluzione sessuale, della crescita del tasso dei divorzi e della ridotta attenzione verso la procreazione— definiti anche come Gen X oppure MTV generation, la cui propensione al tradimento si attesta al 62%.

«Tra loro scende drasticamente al 48% la percentuale di chi preferisce Internet ed App agli incontri nella vita reale ed ancora più deciso è il crollo in questa fascia di età della percentuale di chi opta per il virtuale: appena il 33% della Gen X è dedita al sexting» sottolinea il fondatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

Poi ancora, nella fascia della «generazione dei baby boomer», quella composta dai 57-75enni —nati tra il 1946 ed il 1964—, secondo quanto rilevato da Incontri-ExtraConiugali.com la propensione al tradimento è pari al 28%. Tra loro crolla al 25% la percentuale di chi preferisce Internet ed App e a praticare il sexting è appena il 18%.

«Certo è che portali come il nostro consentono di “fuggire” dalla monotonia, che è la prima ragione per cui i matrimoni oggi non durano» spiega l’ideatore di Incontri-ExtraConiugali.com.

«Di fatto —prosegue Alex Fantini— i dati statistici da noi raccolti rivelano che il 63% delle persone sposate dice di annoiarsi a letto, seppure il 97% dichiara anche di provare amore per sua moglie o per suo marito».

La soluzione per salvare il matrimonio dunque è proprio quella di cercare altrove ciò che manca all’interno della coppia. Paradossalmente, infatti, una relazione extraconiugale può riuscire a rendere più solido il matrimonio e più stabili anche le coppie non ancora sposate.

La maggior parte delle persone che dichiarano di avere un amante, sostiene anche di non avere l’intenzione di lasciare il proprio partner. «Ma chi ha relazioni extraconiugali con l’amante vive una sessualità più libera e trasgressiva: sperimenta posizioni meno tradizionali e luoghi insoliti e aggiunge un po’ di pepe alla propria vita quotidiana, a beneficio anche della stabilità della famiglia» conclude l’ideatore di di Incontri-ExtraConiugali.com.