Condividi
ChiefsAtPatriots
E' ricco l'appuntamento di football NFL

Ci siamo, questo weekend andranno in scena le 4 partite che determineranno le finaliste di conference della stagione NFL che vedrà il culmine il prossimo 7 febbraio nel nuovissimo impianto del Levi’s Stadium di San Francisco per il SuperBowl 50, edizione oro.
Dopo il weekend di Wild-Card, dove a sorpresa hanno vinto tutte le squadre fuori casa, quindi non favorite, ci si aspetta qualche sorpresa anche da questo penultimo atto dove, ancora una volta, le quattro padrone di casa partiranno da favorite. Tre di queste però, sotto la fatidica soglia dei 7 punti. Andiamo allora a vedere le chiavi di lettura per guardare il .

Kansas City Chiefs at New England Patriots. I campioni in carica, che volenti o nolenti si trovano sempre al centro delle attenzioni mediatiche dopo le vicende del deflate-gate della scorsa stagione, sono favoriti di 5 punti e mezzo. E nel gelo di Boston aspetteranno l’arrivo di Kansas City che sembra essere la mina vagante più importante del momento. I Chiefs arrivano a questa partita dopo un sonoro 30-0 a Houston contro i Texans e sono su una striscia di 11 vittorie consecutive. Vero è che hanno battuto in questa striscia una serie di quarterback non proprio all’altezza. Ecco che trovarsi davanti Tom Brady, una leggenda vivente ormai in Boston, potrebbe rappresentare un ostacolo davvero difficile per la franchigia del Missouri. I padroni di casa mirano alla quinta finale di conference consecutiva e le possibilità sono tutte dalla loro considerando anche il ritorno dopo un’assenza di sette partite per un piede rotto di uno dei migliori ricevitori dei Patriots, Julian Edelman, una garanzia per Brady che però potrebbe patire i blitz della linea difensiva dei Chiefs. Chiefs che invece non hanno un attacco così devastante, hanno chiuso la stagione con un modestissimo 27° posto (su 32) con 331.2yds di media a partita. La consumata difesa dei campioni in carica potrebbe essere la chiave di volta, soprattutto dimenticata la bruttissima esperienza del fine settimana di Chandler Jones, il venticinquenne defensive end ha chiesto pubblicamente scusa per il suo comportamento durante lo scorso fine settimana quando è dovuto andare al pronto soccorso dopo una notte brava fatta di marijuana. È la prima volta che queste due squadre si affrontano ai playoff e dal 1990 i Chiefs hanno perso tutte le cinque sfide di stagione regolare giocate a Boston. Salvo grosse sorprese rivedremo i Patriots difendere il titolo di conference la settimana prossima.

Green Bay Packers at Arizona Cardinals. La seconda sfida del Sabato sera è quella che sulla carta parte più scontata con i padroni di casa, i Cardinals, favoriti di 7 punti e mezzo. Ma potrebbe anche rivelarsi come la partita meno semplice delle quattro in programma. I Packers hanno disputato un’ottima partita di wild-card, ma hanno pur sempre battuto i Washington Redskins, i peggiori vincitori divisionali dell’anno. Insomma, Green Bay ha un po’ tradito le aspettative estive e da potenziali candidati al SuperBowl si sono trovati a potenziale vittima predestinata di Arizona. Nella sfida di regular season di meno di un mese fa, Arizona ha travolto la squadra del Wisconsin 38-8 con Aaron Rodgers in grosse difficoltà e spesso finito tra a terra, subendo ben 8 sacks, trovando difensori dei Cardinals entrare da ogni parte su ogni gioco. Il 32enne quarterback stavolta dovrà liberarsi del pallone più velocemente e questa sarà una importante chiave di lettura di questa partita. Occhio allora ai defensive backs di Arizona che potrebbero così rubare qualche pallone in aria ed essere i protagonisti dell’imminente finale di conference. I Cardinals hanno giocato la loro stagione regolare migliore della propria storia e confidano proprio nella difesa per ottenere l’importante passaggio alla finale NFC. Ma attenzione, mai chiamare i Packers fuori con troppa facilità.

Seattle Seahawks at Carolina Panthers. Ed eccoli lì, hanno anche la fortuna dalla loro parte i Seahawks. Sembravano fuori quando a tempo quasi scaduto i Minnesota Vikings hanno avuto la possibilità di eliminarli con un field goal dalle 27yds, che per capirci è un po’ come battere una sorta di rigore contro un portiere coi riflessi di un bradipo, ma il kicker Blair Walsh mandava la palla inspiegabilmente fuori e riaccendendo gli animi della squadra di Seattle nel gelo (meno 16!!!) di Minneapolis. I Panthers, che hanno il miglior record di tutta la NFC, partono però come favoriti solo di 2 punti e mezzo. Insomma per i bookmakers questa sarà una partita tiratissima e dove tutto può succedere. Sarà la sfida tra due grandi quarterback, Cam Newton per i padroni di casa di Carolina contro Russell Wilson. La pressione però sarà tutta su Newton, che ha una grande chance per portare i suoi finalmente al SuperBowl dopo dodici anni. Ha subito un solo intercetto nelle ultime otto partite e quindi la mano è caldissima, pensando alla sfida diretta di un anno fa, esattamente a questo giro dei playoffs, quando i Seahawks vinsero ed il QB dei Panthers lanciò ben tre intercetti in quella partita. Alla squadra della Carolina sono già iniziati tutti i riti propiziatori per battere anche la sorte, oltre che Seattle.

Pittsburgh Steelers at Denver Broncos. Benvenuti alla sfida più affascinante e dal sapore tradizionale del weekend. L’ultima gara in programma vede Denver favorita di 6 punti e mezzo, grazie anche al fortissimo punto interrogativo su quelle che potrebbero essere due assenze fondamentali per l’arsenale degli Steelers. Sia il QB Ben Roethlisberger che il WR Antonio Brown ed il RB DeAngelo Williams hanno subito degli infortuni nella vittoria di Sabato sera contro Cincinnati e proprio Big Ben non è sceso in allenamento se non per pochi movimenti senza l’uso del braccio negli ultimi due giorni, il problema alla clavicola potrebbe rappresentare il maggior handicap di questa sfida. Un attacco devastato contro una difesa stratosferica, quella di Denver, sembrerebbe una storia già scritta insomma, con il QB dei Broncos, l’immenso Peyton Manning alla ricerca di un SuperBowl troppo avaro nella sua bacheca. Ma ci sarà da aspettarsi un forte impiego delle corse da parte della franchigia del Colorado. Nella sfida prima di Natale, Pittsburgh ha vinto 34-27 contro Denver che ha perso inclusa questa solo 4 partite in campionato con la miglior difesa di tutta la NFL quest’anno. Big Ben è stato l’unico QB a lanciare per oltre 300yds e Pittsburgh l’unica a segnare più di 30 punti contro i Broncos. La secondaria di Denver è al completo ed in forma e questo dovrebbe essere un campanello di allarme ancora più importante per i gialloneri in caso di assenza di Roetlisberger, visto il timore che il suo backup Landry Jones ha fatto intravedere sostituendo il titolare dopo la botta alla spalla.

Giuseppe Vasapollo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here