Correva l’anno 2016 e da un’idea romantica, nata quasi per gioco da Giulio Rubini, prendeva vita la prima edizione del trofeo Quelli del 205 Rallye, tenutosi in occasione dello Slalom dei Colli Euganei e Città di Este, gara di casa per il pilota atestino.

Cinque anni sono passati da quel debutto e l’incondizionato amore del portacolori di Monselice Corse, per la piccolina di casa Peugeot, lo ha spinto quest’anno a riprovarci, con nuovi obiettivi.

Sarà ancora l’evento organizzato da Hornet Corse, previsto per il 19 Settembre quale terzultima tappa del Campionato Italiano Slalom, a scrivere il secondo capitolo di questa storia d’amore.

“La Peugeot 205 Rallye” – racconta Rubini – “è un’icona del mondo dei rally e, per chi arriva dalla mia epoca sportiva, ha un significato molto particolare. Negli anni novanta, bene o male, tutti siamo partiti dalla 205 Rallye, muovendo i nostri primi passi da pilota. C’è chi poi è riuscito a crescere mentre altri hanno continuato con lei. Da quando mi sono avvicinato al mondo delle auto storiche e sono tornato al volante della 205 Rallye mi sono tornati alla mente i ricordi del trofeo, quando si correva in classi a dir poco numerose e con tanti giovani agguerriti al via. Nel 2016, grazie alla disponibilità ed alla collaborazione di Hornet Corse, abbiamo organizzato la prima edizione del trofeo Quelli del 205 Rallye allo Slalom dei Colli Euganei. Fu un successo ed infatti, nel 2017, avevo provato ad allargarlo nel mondo dei rally storici ma non avevo le risorse necessarie per farlo da solo. Vedendo cosa riescono ad organizzare quelli del Team Bassano, con le A112, il mio sogno sarebbe quello di rivedere tante 205 Rallye a lottare in un trofeo loro.”

Un amore che parte dalla storia ma che si sviluppa in un contesto, di fatto, contemporaneo.

“Tutto è partito da un gruppo su Facebook creato da me” – sottolinea Rubini – “ed ora, anche con l’aiuto di un gruppo su WhatsApp, siamo in più di quaranta possessori di Peugeot 205 Rallye da gara, in tutta l’Italia, dalla Sicilia al Piemonte. Di recente si è anche aggiunto un nuovo iscritto dalla Spagna. Questa crescita di adesione mi ha spinto a riprovarci nel 2021.”

“Grazie a Giulio questo trofeo sta diventando quasi un ritrovo di rito nel nostro slalom” – gli fa eco Sandro Broggio (presidente Hornet Corse) – “ed era naturale che accogliessimo a braccia aperte la sua iniziativa. Questo permetterà di creare del sano agonismo tra le varie 205 Rallye.”

Particolare visibilità sarà quindi dedicata alla seconda edizione di Quelli del 205 Rallye, a partire dall’esposizione statica delle vetture iscritte, nel cuore di Este, Sabato 18 Settembre.

I piloti in sfida, tra le porte del Colli Euganei, concorreranno per una classifica speciale dedicata, con relativi trofei e cerimonia di premiazione, in attesa di scoprire le carte per il 2022.

“Stiamo già lavorando a nuove iniziative per il 2022” – conclude Rubini – “ma ne riparleremo.”