Nicholas Lapucci (211) in azione a Mantova (Ph. FX Action)

Nuovo fine settimana di attività per i giovani piloti del Motocross coinvolti nel progetto Pata Talenti Azzurri FMI. Al Crossodromo Città di Mantova, gli atleti supportati dalla Federazione Motociclistica Italiana e da Pata Snack hanno preso parte al secondo appuntamento stagionale del Campionato Italiano Motocross Prestige con buoni spunti emersi dalle gare in programma.

Nella competitiva MX2, Nicholas Lapucci ha concluso al terzo posto di giornata, annoverando un sesto ed un secondo posto nelle due gare. Terzo in campionato, Lapucci ha preceduto Andrea Adamo, classificatosi quarto con un positivo terzo posto nella prima manche ed il quinto nella seconda. Con due diciassettesimi posti, Pietro Razzini ha invece proseguito il suo percorso di apprendistato nella 250cc, classificandosi tredicesimo di giornata nella Élite (diciassettesimo assoluto). All’appello di Mantova hanno risposto presente diversi Pata Talenti Azzurri FMI della 125cc, impegnati in un weekend dove hanno maturato una proverbiale esperienza per il futuro. Andrea Rossi ha ben figurato con il nono posto di giornata MX2 (secondo della graduatoria Fast), classificandosi ottavo e decimo nelle due gare. In azione anche Ferruccio Zanchi (ventiduesimo assoluto, settimo della Fast), Daniel Gimm e Matteo Luigi Russi, quest’ultimo secondo in Gara 2 del Gruppo B.

Thomas Traversini, Direttore Tecnico Motocross FMI: “Per i Talenti Azzurri è stato un altro weekend positivo. Lapucci e Adamo si sono confermati su convincenti livelli nella MX2, mentre per i giovani della 125cc è stata una gara di esperienza per il futuro. Peccato per l’assenza di Forato nella MX1 dovuta ad una caduta in allenamento: contiamo di rivederlo presto in azione, così da proseguire il suo percorso di crescita e adattamento alla 450.”

Prossimo appuntamento del Campionato Italiano Motocross Prestige con la presenza dei Pata Talenti Azzurri FMI a Montevarchi nel weekend dell’8-9 maggio prossimi.

Articolo precedentePallanuoto, Amaurys Perez tra sport e integrazione
Prossimo articoloTokio, ginnastica, Vanessa forse sarà portabandiera