51,PIRRO MICHELE,DUCATI,BARNI RACING

Condizioni atmosferiche mutevoli, come i leader di alcune categorie. E ancora tanti ospiti “mondiali”. Il sabato del 4° round ELF CIV dal Misano World Circuit “Marco Simoncelli” ha regalato spettacolo, con la presenza in circuito, oltre che del Presidente FMI Giovanni Copioli, anche di piloti come “Pecco” Bagnaia, Celestino Vietti Ramus, Niccolò Bulega, Marco Bezzecchi e altri ancora. Tante le emozioni in pista, con una gara tirata in Moto3. Alla fine però a trionfare è stato Nicholas Spinelli (Honda Oscar Performance). Il Campione ELF CIV Moto3 2017 è riuscito negli ultimi giri a dare quello strappo finale che gli ha concesso di tornare sul primo gradino del podio, dopo la vittoria ottenuta al Mugello nel round 2. Dietro di lui bagarre a 4 per le altre due posizioni di testa, con la conferma del momento di crescita dell’alfiere SKY Junior Team VR46#RMU, Elia Bartolini, e con l’aggressività del giovane pilota olandese Colin Vejer (Speed Up Junior Team), con quest’ultimo secondo e Bartolini sul terzo gradino del podio. Risultato considerevole visto che Elia scattava dalla 14° posizione. Campionato sempre più aperto, con Zannoni, RGR TM Racing Factory Team (8° in gara) in testa con 116 p. seguito però, ormai a sole 7 lunghezze, da Spinelli con l’alfiere Minimoto, Surra (6° in gara), a 107 p.

Pirro torna a vincere. L’alfiere Ducati Barni Racing archivia nel miglior modo possibile lo scorso round ELF CIV di Imola e dopo aver ottenuto la pole, va a trionfare in gara, firmando anche il best lap. Dietro di lui non molla però Lorenzo Savadori. Il pilota Aprilia Nuova M2 Racing ha provato a staccare il tester Ducati nelle fasi iniziali, salvo poi arrendersi al ritmo del Campione Italiano, chiudendo comunque al secondo posto distaccato di 1. e 9. Terza posizione per la Ducati Motocorsa di Riccardo Russo, tornato a battagliare nelle posizioni che contano. In classifica generale Pirro è in testa con 165 p. con Savadori secondo a 118 p. e Cavalieri (5° in gara) a 79 p.

Gara trionfale per Lorenzo Gabellini. E Campionato sempre più combattuto. Sfida a tre in SS600, con l’alfiere Yamaha Gomma Racing bravo a trovare negli ultimi giri quei decimi che gli hanno permesso di andare a vincere su quello che per lui è il circuito di casa. Risultato che, unito all’11° posto di Roccoli, proietta Gabellini in vetta alla classifica generale con un solo punto di vantaggio. Secondo posto in gara per Davide Stirpe (MV Agusta del team Extreme Racing Bardhal) bravo a tornare sui suoi livelli abituali dopo aver ottenuto la pole position e tenace nella battaglia finale per la piazza d’onore, vinta solo nelle battute finali su un battagliero Luca Ottaviani (Yamaha SGM Tecnic Marinelli Team). Tutto in una gara partita asciutta che ha visto poi alcune gocce di pioggia cadere nella seconda parte. In classifica generale Gabellini è in vetta con 132 p. seguito da Roccoli a 131 p. con Stirpe a 83 p.

Battaglia in Premoto3, complicata anche dalle condizioni atmosferiche, con la pioggia che da metà gara in poi si è fatta sentire, costringendo al direzione gara ad esporre la bandiera rossa al 12° giro su 14. La vittoria alla fine è andata a Luca Lunetta (CS AC Racing Team), bravo ad avere la meglio in una bagarre a due vinta contro Filippo Farioli (RMU Pasini Racing Team) che conferma la sua crescita dopo la prima vittoria ottenuta un mese fa ad Imola. Terza posizione per Davide Cangelosi (M&M) distanziato di quasi 9 decimi dalla vetta. In classifica generale Lunetta è in testa con 145 p. davanti a Bianchi (Brevo POS Corse) con 105 p. e Farioli con 92 p.

Gara condizionata dalla pioggia in SS300, inizialmente dichiarata wet e accorciata a 11 giri, ma con la Direzione Gara costretta ad interromperla definitivamente dopo 4 tornate con l’esposizione della bandiera rossa a causa del continuo peggiorare delle condizioni atmosferiche e di una fortissima pioggia. Gara dichiarata poi valida con l’assegnazione di metà punteggio. Primo classificato è stato Samuele Marino (Team Runner Bike KTM) davanti a Thomas Brianti (Prodina Ircos Kawasaki) ed Emanuele Vocino (GradaraCorse PZ Racing Team Yamaha). Livio Loi (Kawasaki) dichiarato inizialmente 3°, è stato poi squalificato per irregolarità tecnica. In classifica generale Rovelli è primo con 105,5 p. seguito da Bertè con 78,5 p. e Vocino con 77 p.