Inediti testa a testa. Battaglie di gruppo. Non è mancato lo spettacolo nelle gare del sabato del Round 2 ELF CIV, andato in scena in un Misano World Circuit “Marco Simoncelli” che ha inaugurato la disponibilità di 18 nuovi box e del restyling del podio, primo step del piano industriale sostenuto dal Gruppo Financo per dotare il circuito di infrastrutture adeguate alla competizione internazionale nell’organizzazione di grandi eventi.

In SBK è stato testa a testa tra Michele Pirro e Alessandro Delbianco. L’alfiere Ducati Barni Racing e il pilota DMR Racing Honda hanno realizzato 15 giri vicinissimi tra loro con Pirro che è riuscito nelle ultime due tornate a tirar fuori quel qualcosa in più che lo ha portato in sicurezza alla terza vittoria di fila in questo ELF CIV 2021. Ottima la prestazione di Delbianco. Reduce dall’operazione per risolvere la sindrome compartimentale, il giovane pilota di Cattolica è stato autore della pole e di un gran passo in gara, grazie al quale è rimasto vicinissimo al pluricampione italiano. Terzo gradino del podio per la Honda Scuderia Improve by Tenjob di Luca Vitali, che ha pagato un avvio di gara non dei migliori. In classifica finale Pirro è leader a punteggio pieno (75 p.) davanti a Vitali (52 p.) con Zanetti (4° in gara) terzo a 37 p.

Vittoria per Matteo Bertelle in Moto3. L’alfiere Team Minimoto KTM, non presente al primo round ELF CIV perchè impegnato nella Red Bull Rookies Cup, dopo aver firmato la pole a Misano è andato a vincere in gara1 con una grande prestazione, conducendo fin dall’inizio e chiudendo con un margine di oltre 3 secondi sui suoi avversari. Dietro di lui è stata volata per assegnare il secondo e terzo posto, con Elia Bartolini (Bardhal VR46 Rider Academy) bravo ad avere la meglio negli ultimi metri sull’olandese Zonta Van Den Goorbergh sulla Beon del Team di Davide Giugliano. Bartolini non al meglio fisicamente a causa di una caduta nella giornata di ieri. Out per una scivolata negli ultimi giri uno dei protagonisti della gara, Alberto Surra, bravo a stare al passo dei più veloci prima dell’errore che ha provocato la caduta. In classifica generale Bartolini è leader con 70 p. davanti a Biagio Miceli con 42 p. e Pasquale Alfano con 38 p., rispettivamente 6° e 7° in pista.

In una SS600 combattutissima, che ha visto 5 piloti chiudere racchiusi in un secondo, a conquistare la vittoria è stato Massimo Roccoli (Promo Driver Organization Yamaha). Il pluricampione italiano ha messo in mostra tutto il suo talento e la sua esperienza, riuscendo ad avere la meglio sul poleman Andy Verdoia (Gomma Racing) con Marco Bussolotti (Axon 7 Team) bravo a tornare nelle posizioni di vertice. Dietro di loro, vicinissimi, hanno chiuso Stefano Valtulini (Rosso Corsa) e Roberto Mercandelli (Rosso e Nero). In classifica generale Roccoli è leader con 65 p. davanti a Mercandelli con 52 p. e Bussolotti a 39 p.

Lotta a due in Premoto3, con lo spagnolo Ferrandez Beneite e Alex Venturini, entrambi su 2WheelsPoliTo del Team Runner Bike, autori di una gara intensa e combattuta. Ad avere la meglio sotto la bandiera a scacchi è stato l’alfiere iberico, con l’italiano a conquistare un buon secondo posto. Terzo gradino del podio per Guido Pini (AC Racing Team CS) distanziato di oltre 4 secondi dal duo di testa. In classifica generale Ferrandez è in vetta con 70 p. davanti a Trolese (4° in gara) a 54 p. con Zanni, assente a Misano per infortunio, a 33 p.

Anche la SS300 ha regalato una lotta per la vittoria con due piloti protagonisti, autori di sorpassi e controsorpassi lungo tutti i 12 giri di gara. Alla fine a trionfare è stato l’inglese Tom Booth-Amos su Kawasaki, pronto ora a prendere parte la prossima settimana al Mondiale SBK. Seconda posizione per il poleman di Misano Matteo Vannucci (Junior Team AG Yamaha PATA). Dietro di loro accesissima la bagarre per l’ultimo gradino del podio, andato in volata al francese Hugo De Cancellis (Prodina Team), davanti a Marc Garcia Ferrandiz (Tenjob Racing Team). In classifica generale Vannucci è primo con 55 p. davanti a Vocino con 41 p. e Sofuoglu (5° in gara) con 33 p.