E’ stato l’Autodromo ‘Piero Taruffi’ di Vallelunga ad ospitare, questo weekend, l’atto conclusivo dell’ELF Campionato Italiano Velocità Moto3, che ha visto il team MTR MOTO.GP TEAM scendere in pista con una formazione leggermente rivista dopo l’infortunio riportato al Mugello, penultima manche in calendario, da Thomas Rossi. Per l’occasione, ad affiancare Manuel Mazzullo in sella alla seconda delle due GEO Moto3 è stato, come preannunciato alla vigilia, il romano Leonardo Taccini. Dopo un inizio di stagione complicato, il due volte campione nella Pre Moto3 ha sfruttato al massimo l’opportunità concessagli dalla squadra diretta da Marco Tresoldi e guidata da Michele Conti per mettere in mostra, ancora una volta, tutto il proprio potenziale, galvanizzato ancor di più dal fatto di poterlo fare di fronte al pubblico di casa. Pronostici rispettati e fine settimana aperto con un 1’44.979 che vale al classe 2002 l’ottava posizione già nelle libere. La prima sessione di qualifiche ufficiali, disputata sempre in condizioni di asciutto, si chiude invece con il 9° posto grazie al miglior tempo in 1’45.082. 15° Manuel Mazzullo, che ferma il cronometro sull’1’45.756, limando ancora qualcosa al tempo ottenuto al mattino (1’45.948). A poco sono servite invece le seconde prove ufficiali, con la giornata di sabato segnata dalla pioggia. Pioggia che, in occasione di Gara 1, allo spegnimento del semaforo rosso, si è trasformata in autentico diluvio. Nonostante le condizioni estreme, Leonardo Taccini è comunque riuscito a farsi notare, rendendosi protagonista anche sul bagnato di una splendida rimonta dalla 19esima e ultima posizione, dovuta alla partenza dalla pit lane, fino ad arrivare a duellare con Zannoni e Ripamonti, in lotta per la top 5. Con la bandiera rossa a mettere fine alla disputa con un giro di anticipo Taccini chiudeva 7° mentre le cadute, che si sono susseguite una dietro l’altra nel corso delle 13 tornate, vedevano coinvolto anche Manuel Mazzullo, fuori al quinto giro. Tutto da rifare domenica, con Gara 2 andata in scena su asfalto asciutto. Ancora un ottimo scatto, questa volta dalla 9a casella della griglia, 3a fila, per il #24 che allo spegnimento del semaforo rosso si lanciava subito all’inseguimento del gruppo di testa transitando 7° al ‘curvone’ di Vallelunga. Con un ritmo deciso ed un passo gara uguale a quello dei tre in testa, tanto da far registrare il giro veloce al nono giro (1’45.881), la battaglia fatta di sorpassi e contro-sorpassi lo vedeva protagonista insieme ad Elia Bartolini per buona parte della contesa; salvo poi apparire leggermente in calo nel finale, guadagnando comunque un prezioso settimo posto sotto la bandiera a scacchi. Scattato dal 14esimo blocco (row 5) della griglia e sfilato 12° alla prima curva, anche Mazzullo si rendeva autore di una prova sicuramente all’altezza; in lotta con Sconza e Ripamonti per una posizione tra la 11 e la 13 per tutto il corso della gara, bravo ad aggiudicarsi nello scatto finale l’11° posto ad un passo dalla top ten. La classifica finale lo vede chiudere quindi in 18 piazza con 28 punti mentre Thomas Rossi scivola al 21° posto con 19 punti.

Michele Conti (Team Manager): “Sono molto soddisfatto di questo weekend; anche se rallentati dal maltempo abbiamo fatto un discreto lavoro. Mi sarebbe piaciuto lavorare ancora di più con Leonardo perché è molto preciso e scrupoloso. Anche Manuel ha disputato un buon fine settimana: sull’acqua era partito molto forte e nel complesso ha dimostrato una buona crescita. A Manuel penso manchi solo la convinzione mentale del suo potenziale. Mi dispiace, invece, non aver finito il percorso iniziato con Thomas perché sono sicuro che Vallelunga avrebbe rappresentato la conferma definitiva, dopo un anno di intenso lavoro da parte di tutto il team. Ringrazio tutti i ragazzi per l’impegno che ci hanno messo anche in questa stagione; Salati in primis, grande capo tecnico, capace di gestire bene tutte le situazioni. Adesso pensiamo già al 2018; non diciamo ancora niente ma come sempre punteremo a fare il massimo”.

Leonardo Taccini #24: “Quello appena concluso è stato senz’altro un buon weekend. Mi sono trovato benissimo fin da subito con il team e ci tengo prima di tutto a ringraziarli. Mi hanno permesso di trovare un set up generale molto buono con la moto in pochissimo tempo. Di questo sono molto felice. Peccato, invece, per il risultato: speravo in un podio e ci eravamo quasi riusciti. In Gara 1 purtroppo siamo stati penalizzati con la partenza dalla pit lane ma siamo comunque riusciti ad imbastire un’ottimo rimonta, anche sul bagnato, complice il fatto di essermi trovato a mio agio con la nuova Geo Moto3 fin da subito. Per il bagnato il set up era da ‘panico’; cosa un pochino più complicata sull’asciutto, con soli due turni a disposizione, tre contando anche il venerdì, per rendermi una moto al meglio, con gli altri che avevano già diversi mesi di gare alle spalle. La squadra ci è comunque riuscita abbastanza in fretta, togliendo già dal secondo turno un sacco di difetti grossolani dalla moto; cosa molto positiva. Ripeto, peccato per il mancato podio, ma vedremo di fare meglio la prossima volta. Intanto voglio ringraziare ancora tutto il team che è stato eccezionale e Marco Tresoldi che mi ha dato l’opportunità di correre qui a Vallelunga”.