“Durante il lockdown passavo tempo al simulatore e non ero molto soddisfatto. Ho pensato sarebbe stato bello progettarne uno nuovo e ho coinvolto un amico e grande designer, Paolo Picchi, inoltre un imprenditore come Simone Badioli. Così è nata Res-Tech, una società che sta crescendo benissimo”.

Al Motul Fim Superbike World Championship – Emilia-Romagna Round, il pilota della Riders’ Land Mattia Pasini ha introdotto così il tradizionale World SBK Media Event, quest’anno chiamato E-Sport Race of Champions che ha inaugurato il nuovo Driving Simulation Center nato dalla collaborazione tra Misano World Circuit e la società Res-Tech.

Insieme alla stampa e agli ospiti, al World SBK Media Event sono intervenuti i piloti Kohta Nozane GYTR GRT Yamaha WorldSBK Team, Luca Bernardi Barni Spark Racing Team, Phillip Oettl Team GoEleven, Hafizh Syahrin MIE Racing Honda Team, Oliver König Orelac Racing Verdnartura, Niccolò Bulega Aruba.It Racing WorldSSP Team.

Il centro di simulazione è al 1° piano del Pit Building ed è composto da una decina di simulatori di guida X1, alcuni statici e altri con cockpit in movimento. Tutti sono dotati di software di simulazione di ultima generazione, con periferiche avanzate e basi volanti direct drive. I simulatori sono equamente suddivisi tra la tipologia Formula e quella GT, con seduta, cambi e freni differenziati in base alle due differenti esperienze di guida che si intende simulare. I simulatori sono programmati per riprodurre tutti i Gran Premi del GT World Challenge e altre gare automobilistiche, con possibilità di partecipare alle competizioni online di tutte le categorie. Nel cuore del sedile, realizzato in fibra di carbonio e laminato completamente a mano, sono presenti rinforzi in T1000 e la fibra T1100, la stessa utilizzata nelle strutture e componenti delle monoposto di Formula 1.

“Tranne i device – ha detto Simone Badioli – tutti i componenti sono di produzione locale e ciò ci rende davvero fieri. Siamo convinti di aver arricchito l’offerta presente sul mercato e la tecnologia associata a qwuesti simulatori è straordinariamente simile a ciò che i piloti gestiscono in auto”.

Con il Driving Simulation Center si amplia il ventaglio delle esperienze possibili al Misano World Circuit, che punta ad un coinvolgimento sempre maggiore del visitatore, offrendo un nuovo modo di vivere il circuito.

“Idee innovative, talento e intrapresa. MWC attrae attenzione in questo suo percorso di sviluppo – le parole di Luca Colaiacovo, presidente della Stanta Monica SpA – e il Driving Simulation Center arricchisce la proposta complessiva, sempre più quella di un Parco dei Motori. Siamo molto contenti che si sia aggiunto un nuovo partner in questo percorso e la sua collocazione nel nuovo Pit Building, i cui ultimi interventi inaugureremo domani pomeriggio, rappresenta perfettamente la nostra visione”.

Nel pomeriggio di oggi alle 18.30 a Riccione resta in programma Meet the WorldSBK Riders, coi piloti che incontreranno i fans per foto e autografi. Presenti Michael Rinaldi, Andrea Locatelli, Axel Bassani, Roberto Tamburini e Luca Bernardi. Viste le previsioni atmosferiche, l’evento si sposta all’Autentico, locale di viale Ceccarini (lato stazione)

Nell’ambito degli eventi che celebrano il 50° anniversario di Misano World Circuit, domani alle 18 è in programma l’inaugurazione dell’ultimo step dei lavori della Pit Building e della mostra fotografica 50 shooting of racing, curata da Marco Montemaggi, che racconta cinquant’anni di corse e di emozioni fissate dai grandi fotografi sportivi a bordo pista. L’esposizione è organizzata da Misano World Circuit e dal Centro di Studi Avanzati sul Turismo dell’Università di Bologna.

Articolo precedenteRoma è pronta a dare il via al suo 1° Grand prix storico
Prossimo articoloMM Motorsport attesa al Rally Bianco Azzurro e alla Coppa Città di Prato