arena Acquamica Life
arena Acquamica Life

Si è chiuso a Milano il percorso di “ arena Acquamica”, il progetto nazionale scolastico di avvio all’acquaticità, sviluppato da arena Italia in collaborazione con Federazione Italiana Nuoto ( FIN) e Kinder+Sport, rivolto ai bambini di età compresa tra i 6 e gli 8 anni. La terza edizione ha coinvolto con grande partecipazione ben 275 scuole e più di 25.000 bambini.

Dopo Napoli, Ostia, Firenze e Trieste, il capoluogo lombardo ha ospitato al Centro FIN Lampugnano i bambini della 2aB della Scuola Primaria Rodari dell’Istituto Comprensivo Cavalcanti e la 2aE della Scuola Primaria F.S Cabrini che hanno partecipato all’ultima “Festa dell’Acqua” di “ arena Acquamica 2015-2016 ”.

Ospiti speciali sono stati i campioni del nuoto sincronizzato Giorgio Minisini, Manila Flamini e Mariangela Perrupato, appena tornati da Londra dove si sono fatti valere agli Europei, dove l’italsincro ha ottenuto in totale 9 medaglie (6 bronzi e 3 argenti).

Manila Flamini: “ Ho iniziato a dedicarmi al nuoto sincronizzato più o meno all’età dei bambini che ho incontrato oggi. Rivedo in loro il mio stesso entusiasmo e il desiderio di imparare a volteggiare nell’acqua. Partecipare come ambasciatrice a questo progetto è un’esperienza meravigliosa perché ti permette di trasmettere in modo immediato la tua passione, il senso di libertà che si prova in acqua, lo stesso che mi ha portata fin qui, ora, con tante medaglie al collo e grandi soddisfazioni nel cuore”.

Giorgio Minisini: “ Da piccolo non avrei mai immaginato di arrivare a questi livelli: la mia famiglia proviene dal mondo del sincronizzato. Mia madre mè stata una sincronette, mio padre è stato un giudice di gara e i miei fratelli sono tutti coinvolti in discipline che hanno come protagonista l’acqua. Questo mi è stato di grande aiuto, ma non è bastato. Ho capito che solo con la tenacia ed il coraggio si possono raggiungere i propri obiettivi. Auguro ad ogni bambino di inseguire i propri sogni, proprio come ho fatto io, e magari di esser un giorno un mio valido concorrente a qualche gara internazionale ”.

Mariangela Perrupato: “ Credo che il progetto arena Acquamica sia un ottimo punto di partenza per mostrare ai bambini quanto uno sport diverso, come il nuoto sincronizzato, possa essere bello e completo. Aver potuto mostrare dal vivo le nostre performance è stato fondamentale per avvicinare i piccoli che a volte ci vedono come campioni irraggiungibili che si vedono solo in tv. Assistere alle nostre esibizioni da vicino stimola senza dubbio la voglia di imitarci e di imparare. Solo cosi potranno emergere nuovi e talentuosi campioni per il futuro”.

I bambini e i campioni hanno giocato insieme, affiancati dagli istruttori FIN, ed hanno imparato alcuni segreti per vivere il contatto con l’acqua, al mare come in piscina, in maniera divertente, sicura e salutare.

Inoltre, a Milano, le classi vincitrici sono state protagoniste di un’esibizione speciale del nuoto per salvamento, una delle novità di “ arena Acquamica 2015/2016 ”. Alla piscina di Lampugnano infatti c’è stata la partecipazione straordinaria di un’amica a quattro zampe: Life, componente della squadra dell’Unità Cinofila Lombardia e due volte campionessa mondiale nel nuoto di salvamento.

Gli alunni che hanno partecipato all’edizione di quest’anno di “ arena Acquamica ”, hanno potuto scoprire diverse sfaccettature dell’attività in acqua: dal nuoto di fondo con Simone Ruffini alla specialità tuffi con Noemi Batki, al nuoto per salvamento con Federico Pinotti e Silvia Meschiari. Tutte discipline referenti alla Federazione Italiana Nuoto.

Le diverse attività portate in piscina dai campioni hanno mostrato come il nuoto e la sicurezza in acqua siano alla base di qualsiasi specialità. In particolare, è grazie al nuoto per salvamento, novità assoluta dell’edizione 2015/2016, che i bambini hanno provato, tra giochi e divertimento, una delle discipline federali che permette di scoprire come il vero giubbetto di salvataggio sia saper nuotare così da poter aiutare chi rischia di annegare. Nella tappa di Firenze di “ arena Acquamica”, Massimiliano Rosolino è stato il primo campione a scendere in acqua con i bambini e un componente dell’Unità cinofila di Grosseto. L’attività del nuoto per salvamento è stata replicata anche in occasione della “Festa dell’Acqua” di Trieste con la partecipazione dell’Unità Cinofila locale.

Il progetto “arena Acquamica” è partito lo scorso settembre: 1.000 classi hanno ricevuto un kit di partecipazione contenente, oltre alle cuffie arena per tutti gli alunni, del materiale educativo come la guida “arena Acquamica” che spiega l’importanza dell’educazione in acqua. A tutti gli iscritti del progetto è stata quindi richiesta la produzione di elaborati sulla base di temi e tracce, legati al mondo acquatico:

– “La nostra festa dell’acqua”, la descrizione di una giornata all’insegna del divertimento in acqua
– “Avventura in acqua” , il racconto di una storia avvincente in acqua
– “Bagnino per un giorno” , la descrizione di un ruolo di responsabilità

Gli elaborati più creativi, realizzati con differenti tecniche – dal disegno al fumetto, dalla scrittura al video – sono stati selezionati da una giuria che ha premiato le classi più meritevoli con la parteciapazione alle “Feste dell’Acqua”.