L’obiettivo dell’Accordo è quello di favorire la formazione e la microimpresa in ambito sportivo per concorrere alla diffusione della pratica sportiva sul territorio nazionale ed europeo attraverso gli strumenti propri del microcredito, promuovendo progetti e iniziative che facilitino le attività sportive e motorie per ogni fascia di età e di popolazione, con particolare riferimento allo sport giovanile sia per i normodotati che per i diversamente abili.

“Questa è una opportunità per coniugare l’attività sportiva, con i suoi valori, alla educazione finanziaria e alla promozione di attività che possano indirizzare i giovani a creare impresa sfruttando idee innovative e promuovendo una cultura del lavoro che valorizzi lo sport. Questa attività è il fulcro della rete che contribuiamo quotidianamente a costruire per valorizzare la via italiana al microcredito”. Ha affermato Mario Baccini, presidente ENM.

“Ringrazio il presidente Baccini per la disponibilità. Oggi lo sport italiano, e particolarmente quello gestito dalle società sportive dilettantistiche con così grande passione, ha bisogno di collaborazioni ed iniziative come questa. Chi si apre al mondo dello sport si apre naturalmente ai giovani. In questo momento storico è proprio a loro, che hanno possibilità di affermazione diversa e problematica rispetto al passato, che un’attenzione in più come quella offerta dal microcredito va apprezzata maggiormente come un’opportunità da cogliere”. Ha affermato il presidente della SS Lazio, Antonio Buccioni.