Il rossoblù è il tema dominante della nuova maglia ‘Away’ che Macron ha presentato insieme al Crystal Palace. Tradizione e innovazione stilistica si fondono nei nuovi kit gara creati dal brand italiano che condivide con la più antica squadra professionistica al mondo anche la grande attenzione ai temi della sostenibilità ambientale. Non a caso, i nuovi kit gara sono realizzati in tessuto Eco-Fabric, poliestere 100% proveniente da plastica riciclata e certificato dal Global Recycled Standard.

La maglia ‘Away’, a girocollo, è bianca con al centro una grande banda verticale rossoblù caratterizzata dall’effetto spennellata. Sulle maniche, che hanno i bordi rossoblù come il girocollo, sono presenti, in grafica embossata e tono su tono, delle aquile che riprendono il particolare del logo societario. Il Macron Hero sul petto è in blu accanto allo stemma del club. Un altro dettaglio dello stesso colore è la scritta EAGLES stampata sulla mezzaluna posteriore della maglia. Il backneck è personalizzato con i colori, il logo del club e l’acronimo CPFC (Crystal Palace Football Club).

La nuova maglia ‘Away’ ha una vestibilità Body Fit. Il tessuto principale in cui è realizzata è Eco-Poly Stretch Light e la presenza di inserti in Eco-Mesh rendono il capo particolarmente leggero e perfettamente traspirabile.

Commentando il kit, il presidente del Crystal Palace Steve Parish ha dichiarato: “I nostri kit da trasferta bianchi sono sempre stati estremamente popolari e questa versione sarà sicuramente ben accolta dai nostri sostenitori. Questo design sorprendente dà un tocco moderno alle nostre tradizionali divise bianche da trasferta con finiture rosse e blu e incorpora la nostra straordinaria storia con il nostro stemma del 1861. Non vedo l’ora di vedere, in questa stagione, la squadra ottenere brillanti risultati in trasferta indossando la maglia bianca”.

Il CEO di Macron Gianluca Pavanello ha aggiunto: “È un grande onore lavorare di nuovo con il Crystal Palace e siamo orgogliosi di presentare la prima maglia con lo stemma del 1861. Abbiamo cercato di creare uno stemma che fosse tecnicamente avanzato e che esaltasse anche tutti i suoi dettagli, permettendoci di mostrare la ricca storia dei club anche sul campo da gioco. Il nostro team ha lavorato fianco a fianco con il club, cercando di creare un kit che fosse d’impatto e unico e del quale, sia i giocatori che i tifosi, potessero andarne fieri”

Articolo precedenteFruet presenta il finale di Valsugana Wild Ride: “Sentieri fantastici da veri biker”
Prossimo articoloPresentazione bagnata per la Primiero Dolomiti Marathon