La gara di Fossa Olimpica a squadre ha regalato all’Italia una bellissima medaglia d’argento centrata dal terzetto formato da Gaia Ragazzini (Carabinieri) di Solarolo (RA), Jessica Rossi (Fiamme Oro) di Crevalcorwe (BO) e Silvana Stanco (Fiamme Gialle) di Winterthur (SUI). Le azzurre hanno chiuso le lunghe qualificazioni, in totale da 7 serie da 25 piattelli ciascuna, con il punteggio di 477/525 e sei punti di vantaggio sulla squadra spagnola composta da Cristina Beltran, Fatiam Galvez e Mar Moline Magrina, in seconda posizione provvisoria con 471. Nel duello finale per l’oro e l’argento le azzurre non hanno preso subito il ritmo giusto e si sono dovute accontentare della piazza d’onore con un netto 6-0 impostogli dalle spagnole. Terza la squadra degli Stati Uniti con  Leighanne Rachel Tozier, Kayle Browning e Ann Madelynn Bernau.

Fuori dai medal matches la squadra maschile. Il team azzurro composto da Diego Valeri (Fiamme Oro) di Artena (RM), Luca Miotto (Carabinieri) di Ciliverghe (BS) e Lorenzo Ferrari (Fiamme Oro) di Provaglio d’Iseo (BS) si è dovuto fermare in settima piazza con il punteggio di 494/525.

“Sono assolutamente soddisfatto del risultato delle ragazze che hanno chiuso le qualificazioni con 6 punti di vantaggio sulle spagnole – ha commentato il Direttore Tecnico Albano Pera – In finale c’è stata qualche incertezza di troppo, ma non mi sorprendono perché è tanto tempo che non gareggiano ad alto livello. Stiamo ritrovando lo stesso clima di gara di cui abbiamo perso un po’ il ritmo e credo che questa gara ci abbia aiutato parecchio. Sono anche molto soddisfatto della serietà con cui Gaia ragazzini, solo ventenne, ha saputo affrontare questa gara”.