Ottimi risultati per l’Italia, che a Gouveia, in Portogallo, ha centrato il terzo posto nel Trial delle Nazioni tornando su quel podio che mancava dal 2012. La Spagna ha vinto la competizione totalizzando una sola penalità, precedendo la Francia (seconda a 36) e la nazionale italiana, terza a quota 43. Quarta la Gran Bretagna.

 

Matteo Grattarola, Gianluca Tournour e Lorenzo Gandola hanno completato il primo giro con 22 penalità – una in meno dei transalpini – per poi chiudere quello successivo con 21 punti. Il percorso si è rivelato tecnicamente complicato in particolare nella ottava, decima e tredicesima zona di entrambi i giri ma gli azzurri sono stati abili nel mantenere sempre a distanza di sicurezza i britannici.

 

Molto positiva anche la prestazione della formazione femminile, capace di centrare il 4° posto, miglior risultato di sempre della Maglia Azzurra in questa categoria. Spagna, Gran Bretagna e Norvegia sono salite sul podio in quest’ordine, con l’Italia a ridosso della top 3 con 50 penalità. Sarà Trentini, Andrea Sofia Rabino e Martina Gallieni si sono ben difese dalla Francia – quinta a quota 59 – e hanno distanziato tutte le altre avversarie, a partire da Repubblica Ceca e Stati Uniti.

 

Fabio Lenzi, Commissario Tecnico FMI: “Siamo davvero soddisfatti per l’esito di questa trasferta in Portogallo. I ragazzi sono tornati sul podio, che mancava da anni, avvicinando la seconda posizione per poi chiudere in terza. Hanno dimostrato tutto il loro valore confrontandosi con i migliori piloti del mondo. Finalmente abbiamo conquistato con pieno merito una medaglia molto importante per il nostro movimento. Complimenti anche a tutte le ragazze, che hanno ottenuto la migliore posizione di sempre per la nazionale italiana e, soprattutto, il miglior risultato possibile. Torniamo a casa con la consapevolezza di aver fatto il massimo e molto motivati per continuare su questa strada. Lo spirito di squadra è stato fondamentale e anche fuori dalla gara il Trial delle Nazioni è stato molto importante in quanto si è visto un grande gruppo”