red-card
red-card

L’ex arbitro internazionale Tiziano Pieri è intervenuto ai microfoni di Rete Sport, partendo dalla stretta attualità e dei pericoli del terrorismo per gli Europei in programma tra pochi mesi in Francia: «Sicuramente sarà un momento particolare. Qualche anno fa in Libia e altri paesi africani chiesero la partecipazione di arbitri italiani per il campionato e qualcuno non voleva andare. Non so se valga nemmeno più la pena di fare gli Europei o queste manifestazioni. L’arbitro ha una forma di incoscienza: comincia a lavorare con tanta gente che lo insulta, soprattutto nelle serie minori. Per Rizzoli  sarà fantastico a livello sportivo, ma preoccupante dal punto di vista della sicurezza personale. Io avrei i miei dubbi sul partire o no, lo ammetto. I terroristi scelgono momenti che possono portare attenzione e la partita di calcio internazionale è uno di quei momenti». È addirittura a rischio l’organizzazione stessa di Euro2016: «Gli organi preposti dovranno valutare cosa fare. Sarà complicato. C’è tutta un’organizzazione di spostamenti, alberghi e via discorrendo».

L’ultima giornata di campionato non è stata fortunata per gli arbitri, in particolare nel derby di Torino con Rizzoli: «Mi chiedo se ci sia fiducia negli arbitri. L’anno scorso ci fu il caso con Rocchi in Juve-Roma, e Rocchi è tra i migliori 10. Rizzoli è tra i primi nel mondo. A volte riesci a stemperare le tensioni, a volte no. La conduzione di partita non mi è piaciuta, ma non valuto un episodio, che si può sbagliare. Nell’episodio di Bonucci, Rizzoli è ingiustificabile: un calciatore non può avvicinarsi così e toccarti con la testa. A quel punto dovrebbe ammonire il calciatore o mettersi sul suo stesso piano e spostarlo rimproverandolo pesantemente, come fanno Orsato o Rocchi. Rizzoli è stato troppo passivo. Non ha fatto nessuna delle due cose e ha dato una brutta immagine di sé come lo fece con Totti. Non bisogna enfatizzarlo però solo perché è successo con la Juventus».

Articolo precedenteCalcio, Vis Artena, Miracolo: “Non avremo problemi a salvarci direttamente”
Prossimo articoloRugby a 13, Lirfl, sabato c’è la finale di Coppa Italia ad Artena