“La rinuncia della Roma all’area di Tor di Valle per la realizzazione dello stadio segna la fine di una operazione affaristica che avrebbe portato alla devastante cementificazione dell’ultima ansa verde del Tevere”. E’ quanto dichiara in una nota Alessandro Lepidini, consigliere dem e candidato alle primarie a Presidente del Municipio 9.

“Oltre allo stadio – prosegue Lepidini – era previsto il famigerato business park che necessitava di apposita variante urbanistica. E’ questa l’occasione per mandare in soffitta il consolidato modello che ha continuato a pagare le opere pubbliche,spesso in ritardo o incomplete, con moneta urbanistica. “Non solo, – aggiunge – bisogna liquidare modelli di sviluppo non più compatibili con il raggiungimento della neutralità climatica obiettivo europeo previsto per il 2050 nonché i relativi obiettivi intermedi. La transizione ecologica, a partire dallo zero consumo di suolo, deve diventare una pratica politica da attuare favorendo un autentico cambio di paradigma nei modelli di sviluppo”.

“L’area di Tor di Valle, colpevolmente lasciata per anni nel degrado, – sottolinea il candidato alle primarie – ha facilitato l’operazione di quanti hanno presentato l’operazione Stadio come la panacea a tutte le problematiche del quadrante (viabilità, trasporti etc.) inducendo erroneamente a credere a questa narrazione. Ora è necessario trasformare l’area di Tor di Valle in un grande parco urbano, un’area di pregio naturalistico straordinario da valorizzare e rendere fruibile ai cittadini che, solo prendendola a vivere, potranno riscoprire appieno il valore ambientale. Quanto alle risorse necessarie abbiamo a disposizione i fondi europei che per l’imminente ciclo della programmazione della politica di coesione 2021-2027stabiliscono tra i cinque obiettivi strategici quello di “Un’Europa più verde”. Abbiamo quindi la grande opportunità di una Roma più verde, facciamolo presto a partire dall’ansa di Tor di Valle che del Tevere ospita appunto la sua ultima ansa verde. E’ soprattutto questo – conclude Lepidini – il dibattito pubblico di cui Roma ha bisogno a pochi mesi dal voto”.

Articolo precedenteStadio Roma, Nanni: “Con i 5 stelle anni di chiacchiere e propaganda”
Prossimo articoloCalcio, serie A, BetFlag, Milan-Roma, domenica è big match