di Pietro Paolo Dorigo
Non riesce alla Roma il dispetto di evitare la partecipazione alla Conference league, terza competizione europea per ordine d’importanza, i giallorossi si accomiatano dal campionato pareggiando contro lo Spezia, squadra che ormai diventa uno spauracchio per i trigoriani. Si chiude il campionato con un 2-2 di rimonta, mentre Fonseca saluta con l’amaro in bocca un club che è stato comunque gestito da gran signore nonostante i tanti problemi vissuti quest’anno sulla sponda giallorossa del Tevere. Non riesca alla Lazio il dispetto di mandare il Sassuolo al posto dei cugini in Conference league, i biancocelesti vengono sconfitti dalla formazione di De Zerbi, che ci resta di un male che la metà basta per non aver agganciato il treno europeo solo per colpa della differenza reti. Ma l’allenatore dei neroverdi avrà da consolarsi comunque, andando ora ad allenare in Ucraina. Per il resto Milan e Juventus resuscitano all’ultimo momento e costringono il Napoli a disputare l’Europa league, la beffa sul filo di lana per i partenopei è dura da digerire.