A Sabaudia, nel teatro Fiamme Gialle “Filippo Mondelli”, sono state festeggiate le medaglie internazionali a livello assoluto e giovanile conquistate dai canoisti e dai canottieri delle Fiamme Gialle durante questa calda estate.

Da fine maggio a oggi, infatti, sono ben 10 le medaglie vinte dalle donne e gli uomini gialloverdi in competizioni mondiali ed europee, tra le quali spiccano il Titolo Mondiale under 23 di Matteo Sartori in “quattro di coppia” e la medaglia d’argento ai Campionati del Mondo senior, in K2 metri 1000, dei finanzieri Samuele Burgo e Andrea Schera, che hanno riportato le Fiamme Gialle sul podio mondiale della canoa dopo 17 anni di assenza.

A fare gli onori di casa il Comandante del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, Gen. B. Flavio Aniello, che ripercorrendo i successi degli atleti ha sottolineato: “in questa estate i canoisti e i canottieri del III Nucleo Atleti sono stati capaci di compiere imprese sensazionali, smentendo il normale trend che vede, normalmente, una piccola flessione di rendimento nella stagione post olimpica, e superando le non poche difficoltà che alcuni atleti hanno avuto durante la preparazione. Alle loro imprese si sono aggiunte e sovrapposte, in questi caldi mesi estivi quelle dei loro colleghi della scherma, del nuoto e dell’atletica, che ci hanno resi particolarmente fieri ed orgogliosi”.

Particolarmente emozionato per le immagini proiettate in sala che hanno ripercorso le gesta degli atleti, il Presidente della Federazione Italiana Canoa Kayak Luciano Buonfiglio ha così commentato: “le Fiamme Gialle sono una garanzia di successo, non solo sportivo ma soprattutto umano. Le donne e gli uomini gialloverdi costituiscono un esempio per le giovavi e giovanissime generazioni, e sono sicuro che continueranno ad esserlo”.

Infine, a chiudere gli interventi il Sindaco di Sabaudia Alberto Mosca che per la sua prima volta da “primo cittadino” a casa delle Fiamme Gialle ha sottolineato: “in qualità di Sindaco di Sabaudia devo ringraziare le Fiamme Gialle per l’attività con le Sezioni Giovanili sul territorio, che svolgono un ruolo fondamentale di formazione per i nostri ragazzi che va a beneficio di tutta la collettività, e per la straordinaria immagine della l nostra cittadina che riescono a veicolare per il mondo”.

In presenza di una platea in fermento, composta dai ragazzi  delle Sezioni Giovanili di canoa e canottaggio entusiasti della presenza dei loro campioni di riferimento, e davanti al nuovo Presidente dei Gruppi Sportivi Fiamme Gialle, Ten.Col. Gabriele Di Paolo e a diverse Autorità del mondo civile e militare, hanno sfilato i campioni del remo: Matteo Lodo e Leonardo Pietra Caprina bronzo europeo in “otto” Senior, la campionessa olimpica Valentina Rodini bronzo europeo in “doppio” Pesi Leggeri, i campioni europei del “quattro di coppia” Giacomo Gentili, Luca Chiumento e Andrea Panizza, il campione del mondo Under 23 in “quattro di coppia” Matteo Sartori, i medagliati della Sezione Giovanile, Jacopo Sartori argento mondiale Under 19 in “quattro con” e,  nella stessa imbarcazione, argento europeo Under 19 insieme a Marco Miatello. Per la canoa, invece, erano presenti: i fuoriclasse del K2 metri 1000 Samuele Burgo e Andrea Schera, capaci di vincere l’argento mondiale e dopo due settimane il bronzo europeo nella massima categoria e nella stessa specialità, e il K2 metri 1000 di Luca Boscolo Meneguolo e Giovanni Penato, quest’ultimo della Sezione Giovanile, campioni europei e bronzo mondiale nella categoria Under 23.

Prima di concludere la cerimonia, le Fiamme Gialle hanno consegnato un premio speciale a Roberta Romani, atleta under 14 della Sezione Giovanile di canottaggio, per la sua straordinaria capacità di coniugare in modo eccellente i risultati agonistici con quelli relativi allo studio. Infatti, a fine settembre, proprio grazie alla sua eccellente media scolastica (ha superato la terza media con la votazione di 10/10), e alle ottime prove fatte registrare al remoergometro, è stata selezionata dalla Federazione Italiana Canottaggio per far parte della Rappresentativa Italiana che ha preso parte al progetto europeo “Let’s Row towards Olympics” svoltosi a Parigi dal 21 al 28 agosto, progetto rivolto proprio alle eccellenze scolastiche/sportive di Paesi quali Francia, Germania, Gran Bretagna, Repubblica Ceca, Serbia e Ungheria, cui hanno partecipato soltanto 8 ragazze e 8 ragazzi della categoria Cadetti di tutta Italia .

Infine, un corale “in bocca al lupo” da parte di tutti i presenti ai 12 atleti del canottaggio in partenza, tra poco più di una settimana, per i Campionati Mondiali di Racice (CZE): Valentina Rodini, Clara Guerra, Alessandra Montesano, Matteo Lodo, Leonardo Pietra Caprina, Andrea Panizza, Luca Chiumento, Giacomo Gentili, Matteo Sartori, Alfonso Maria Scalzone, Luca Rambaldi e Alessandro Bonamoneta. La speranza di tutti è che possano chiudere in bellezza un’estate 2022 davvero da incorniciare.

Articolo precedenteBravin e Camazzola firmano la Crz quarta zona
Prossimo articoloMtb, al Ciocco spazio ai giorni tricolori