La Squadra Azzurra di Para-Trap

La Coppa del Mondo di Para-Trap in programma ad Osijek (CRO) entra nel vivo e la nazionale azzurra del Commissario Tecnico Benedetto Barberini ha già preso confidenza con le pedane negli allenamenti liberi. “Tutti i componenti del Team sono arrivati a questo importante appuntamento pronti e con la ferma intenzione di ben figurare – ci ha spiegato il Tecnico azzurro – Ogni competizione rappresenta una storia a se e non voglio fare alcun tipo di previsione, ma possiamo contare su un valore aggiunto, ovvero quello di un forte spirito di squadra e di una grande coesione.

Questi gli azzurri che si cimenteranno con i piattelli della gara: Cosimo D’Oria di Novoli (LE), Davide Fedrigucci di Urbino, Oreste Lai (Fiamme Oro) di Sestu (CA) e Omar Radaelli di Clusone (BG) nel comparto del PT1 (ovvero quello dei tiratori in carrozzina), Saverio Cuciti di Viareggio (LU), Antonino Ventre di Pisa e Giulia Vernata di Magione (PG) in quello del PT2 (con disabilità agli arti inferiori) e Paolo Bortolin di Miane (TV), Mirko Cafaggi di Faenza (RA) e Calogero Sansone di Casanova Lerrone (SV) in quello dei PT3 (disabilità agli arti superiori).

Per loro la gara vera e proprio si svolgerà oggi e domani. A dare man forte ai nostri tiratori è arrivata in Croazia anche Emanuela Croce Bonomi, Vice Presidente Vicario della Fitav e madrina del Progetto Paralimpico che incontrerà i vertici del World Shooting Para Sport, comitato del Tiro Paralimpico per l’IPC (Comitato Paralimpico Internazionale) per definire alcuni dettagli organizzativi del Mondiale di Para-Trap 2020 già assegnato alla Fitav ed al Trap Concaverde di Lonato del Garda (BS).