L’appuntamento è per giovedì 17 maggio ore 11 nella sala assemblee della Fondazione CARIVIT a palazzo Brugiotti in via Cavour, Viterbo. Le “ambascerie” di tutte le scuole primarie partecipanti (dirigenti, insegnanti, studenti e genitori di Canevari, De Amicis, Concetti, Grandori e Volta) riceveranno in dono dal presidente della Fondazione avv. Mario Brutti copie omaggio del libro “La léngua vitorbese” (Davide Ghaleb Editore). Il volume contiene tutte le poesie vincitrici e segnalate del premio omonimo riservato alle classi quarte e quinte delle scuole primarie del capoluogo e patrocinato dalla Fondazione stessa.

Dopo gli indirizzi di saluto da parte di Mario Brutti, il sottoscritto in qualità di curatore presenterà il volume. Interverranno la vicesindaca Luisa Ciambella per il Comune di Viterbo, Ostelvio Celestini in rappresentanza dell’associazione Tuscia Dialettale (nonché presidente onorario della giuria) e gli altri membri della giuria: Paolo Bracaglia per il Comitato Festeggiamenti Pianoscarano Carmine e Salamaro, Massimo Mecarini per il Sodalizio dei Facchini di Santa Rosa e Pietro Benedetti per la Banda del racconto. Condurrà Antonello Ricci. Nel corso dell’iniziativa Benedetti leggerà alcuni componimenti dei ragazzi.

In appendice, l’agile volumetto raccoglie anche le poesie vincitrici e segnalate del bando parallelo “senza limiti d’età” patrocinato dal Comune di Viterbo.

L’iniziativa è dedicata alla cara memoria di Enrico Brenciaglia, avvocato e uomo d’altri tempi che nell’autunno scorso rappresentò Fondazione CARIVIT all’affollatissima consegna dei premi in sala Regia a palazzo dei Priori.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here