Kobe Bryant
Kobe Bryant

Lo schianto dell’elicottero su cui volavano Kobe Bryant, la figlia Gianna e altre sette persone il 26 gennaio del 2020 fu causato da un errore del pilota. Lo rivela la perizia effettuata dal National Transportation Safety Board.

Secondo il rapporto al pilota Ara Zobayan era stato proibito di attraversare la perturbazione in corso infilandosi tra le nuvole.

Ma lui ignorò l’ordine trovandosi disorientato. Subito dopo lo schianto. L’elicottero non era dotato di scatola nera, un dispositivo non richiesto per quel tipo di velivolo.

Articolo precedenteIndoor Rowing, Mondiali, qualificati 28 azzurri
Prossimo articoloAtletica, Corsa del Ricordo, prorogate le iscrizioni