Un mese fa, il 15 aprile, Papa Francesco, ricevendo in udienza i calciatori della Lega Nazionale Dilettanti affermava: “La gioia è l’anima del gioco e se essa è sopraffatta dal disprezzo degli avversari, vuol dire che hai smesso di giocare”. Parole che riassumono mirabilmente il concetto di fair play. Proprio per questo le Fiamme Gialle hanno chiesto ad Athletica Vaticana, la società podistica della Santa Sede, con la quale è in essere da tempo un gemellaggio, di adoperarsi per far ricevere, stamani, in udienza dal Papa i piccoli studenti-calciatori che hanno vinto il premio della lealtà e della correttezza nel Torneo di calcio studentesco “Junior Club” 2019. I ragazzi, la preside e i professori che li hanno accompagnati, hanno consegnato al Santo Padre il pallone ufficiale del Torneo, firmato da tutti i piccoli calciatori.

Il “Premio Fair Play Fiamme Gialle 2019” è stato consegnato oggi a Castelporziano, presso la sede del Centro Sportivo della Guardia di Finanza, a conclusione del Torneo, giunto alla sua VIII edizione, alla squadra dell’Istituto Comprensivo “San Vittorino – Corcolle” di Roma che si è distinta per il comportamento, a prescindere dal risultato.

Il Torneo, riservato nelle prime edizioni solo alle scuole della Capitale, organizzato dalla Wellness Town in collaborazione con il Corriere dello Sport, dall’edizione 2017 è stato allargato anche alle province di Frosinone, Latina, Rieti e Viterbo, coinvolgendo, quest’anno, 84 Istituti d’Istruzione secondaria del Lazio per oltre 2100 studenti partecipanti e 200 tra dirigenti e insegnanti. Iniziato il 14 gennaio il Torneo si è concluso, con la finale allo Stadio delle Tre Fontane, il 6 maggio 2019.

Il “Premio Fair Play” trova origine dall’attenzione che le Fiamme Gialle da sempre riservano al mondo della scuola, e in particolare alla sua componente etico-sportiva. Anche in questa occasione, non hanno inteso premiare, quindi, la squadra più forte agonisticamente e atleticamente, ma quella che si è comportata meglio in campo, secondo i principi ispiratori del Torneo, volendo sottolineare che lo sport è “rispetto delle regole e dell’avversario”.

Dopo l’udienza, pranzo presso la mensa del Centro Sportivo, a Castelporziano, in compagnia degli atleti delle Fiamme Gialle e, a seguire, la cerimonia di premiazione. I premi per i ragazzi sono stati offerti da FIGC, Lega Serie A, Lega Serie B, P&G, Acqua Minerale San Benedetto e Istituto per il Credito Sportivo Italiano. Un particolare riconoscimento è stato consegnato alla preside e ai docenti accompagnatori. A premiare gli studenti-calciatori il Dott. Mario Casali, Presidente di Wellness Town e il Gen.B. Vincenzo Parrinello, Comandante del Centro Sportivo della Guardia di Finanza.