In occasione della 57esima edizione del Trofeo Settecolli, la Confsport Italia ha consegnato i premi ai vincitori delle categorie Top Uomini e Donne, Giovani Donne e Rivelazione Donne dell’ottava edizione degli Italian Sportrait Awards.

A ricevere i premi ieri sera, prima dell’inizio delle gare, sono stati Federica Pellegrini e Gregorio Paltrinieri per la categoria Top, Chiara Pellacani per la categoria Giovani Donne e Oxana Corso per la categoria Rivelazione Donne. A consegnare la prestigiosa statuetta, rigorosamente armati di mascherine e guanti, questa volta il campione olimpico Massimiliano Rosolino e la giornalista Rai Elisabetta Caporale, entrambi membri della giuria di giornalisti, atleti e personaggi dello spettacolo ogni anno chiamati a selezionare i finalisti del premio.

Ad annunciarlo è la Confsport Italia, ideatrice e organizzatrice del riconoscimento nato per celebrare, nello spirito di uguaglianza tra atleti normodotati e con disabilità, i protagonisti dello sport italiano nel mondo grazie alla propria capacità di distinguersi nelle prestazioni e nei comportamenti, dentro e fuori dal campo.

“Non ci si abitua mai a ricevere premi – ha dichiarato Federica Pellegrini – e il sostegno del pubblico è sempre importantissimo per me. L’emozione provata in Korea è stata grandissima – ha continuato ripercorrendo tutta la scorsa stagione – avevo avuto dei segnali positivi proprio qui al Settecolli dello scorso anno, ma non avrei mai immaginato di vincere con il mio personale”.

“Un premio che ricevo dopo questa stagione in cui tutto si è fermato, speriamo sia di buon auspicio per il prosieguo – sono state le parole di Gregorio Paltrinieri – Al di là delle vittorie o delle sconfitte, io cerco di dare sempre il massimo in tutto quello che faccio e credo che questo il pubblico lo senta e lo apprezzi”.

Grande emozione anche per Oxana Corso, che ha ricordato la sua stagione con l’immagine dell’abbraccio con l’allenatore della Nazionale al termine della gara che l’ha riportata su un podio internazionale, e per Chiara Pellacani, reduce dai Campionati Italiani al termine di questa lunga astinenza dall’acqua: “Io ho bisogno di gareggiare, è stato un sollievo poter tornare in gara in questi giorni dopo questo periodo di lockdown. È bello ricevere questo premio per il secondo anno consecutivo”.

“Ringrazio Massimiliano Rosolino ed Elisabetta Caporale – ha dichiarato Paolo Borroni, presidente della Confsport Italia – è un onore per noi avere professionisti del loro calibro come nostri giurati e ringrazio la Federazione Italiana Nuoto per averci concesso questa magnifica cornice per la consegna delle nostre statuette”.

La settimana scorsa erano state le Nazionali di pallanuoto, assieme al regista Fausto Brizzi i protagonisti delle premiazioni nelle categorie Team Top e Team Giovani e nelle prossime settimane la Confsport Italia continuerà la consegna delle statuette a tutti i vincitori di questa edizione atipica del premio.

Articolo precedenteDoping, la Russia paga la maximulta
Prossimo articoloCalcio, Macron, tradizione e stile nelle nuove maglie della Sampdoria