Si è svolto lunedì 26 novembre, al PalaLeonessa di Brescia, un allenamento di pallacanestro unificata che ha coinvolto sullo stesso campo, gli atleti dell’Italbasket e gli atleti di Special Olympics Italia.

Condividere lo stesso parquet in occasione della Special Olympics European Basketball Week e farlo, per l’Italbasket, in occasione di un allenamento per le qualificazioni ai Campionati Mondiali maschili del 2019 ha dato un valore aggiunto all’incontro che ha valicato il momento sportivo per abbracciare una causa culturale importante. Schierati in formazioni miste, tutti gli atleti hanno dato, infatti, piena dimostrazione di quanto lo sport possa essere lo strumento ideale per abbattere stereotipi e pregiudizi, ancora troppo spesso, legati alle persone con disabilità intellettive.

Dello stesso avviso è stata anche la Virtus Roma, che, condividendo l’obiettivo di valorizzare ogni abilità dentro il campo di gioco come fuori, ha colto al balzo l’occasione della European Basketball Week per realizzare, al Tellene, un video con gli atleti Special Olympics, gli stessi che il 2 Dicembre durante il match contro la NPC Rieti, assisteranno e scenderanno in campo nell’intervallo per una minipartita dimostrativa. Questi incontri si sono entrambi chiusi con la vittoria dell’inclusione sul pregiudizio, del Fair Play sul mero risultato sportivo, della valorizzazione delle differenze sull’omologazione, ma la sfida ai pregiudizi continua. Mercoledì, 5 dicembre, il pallone a spicchi passerà infatti a Milano, sul campo del Mediolanum Forum di Assago, dove, alle h 16.15, toccherà ai giocatori dell‘Olimpia mettersi in gioco con la medesima formula di squadra mista. Giocando insieme agli atleti Special Olympics verrà rilanciato il messaggio universale di inclusione attraverso lo sport, a tutti i livelli di abilità. Sotto canestro giocheranno anche gli azzurri, gli atleti convocati, per la pallacanestro, ai prossimi Giochi Mondiali Special Olympics in programma dal 14 al 21 marzo 2019 ad Abu Dhabi.

Al fine di contribuire alla Campagna “Adotta un Campione” e sostenere la trasferta della squadra di basket ai Mondiali di Abu Dhabi le maglie autografate, donate dai giocatori delle squadre di Serie A e LNP, saranno messe in queste ore all’asta su Charitystars. Un evento sportivo capace di assumere una valenza sociale e culturale facendosi portavoce di un messaggio globale di inclusione. E’ questo il principale obiettivo della Special Olympics European Basketball Week 2018 che, sostenuta da FIBA Europa e Euroleague Basketball, impegnerà, a partire dal 24 novembre e fino al 2 dicembre, 19.000 atleti con e senza disabilità intellettive, provenienti da 35 paesi europei, in tornei di pallacanestro.

Giunta alla sua XV edizione, la Special Olympics European Basketball Week nasce con l’obiettivo di coinvolgere il mondo della scuola allo Sport Unificato attraverso la formazione di team composti da alunni con e senza disabilità intellettive. Perchè giocare insieme, nella stessa squadra, permette di valorizzare il rispetto di ogni abilità rovesciando stereotipi e pregiudizi.

In Italia sono oltre 4.000 gli atleti che scenderanno sul parquet di 12 Regioni per un totale di oltre 30 tornei. La manifestazione sportiva dedicata alla pallacanestro è patrocinata dalla Federazione Italiana Pallacanestro, dalla Lega Basket, dalla LNP, dalla LegA Basket Femminile e dalla GIBA.

Nell’ambito della manifestazione, sono dedicate a Special Olympics le giornate di campionato di Serie A e Lega Nazionale Pallacanestro, in programma dal 24 novembre al 2 dicembre, così come quella di 7DAYS EuroCup prevista per l’11 dicembre alle ore 20.30, che vedrà la Fiat Torino impegnata contro Rytas Vilnius.