Da est a ovest, dall’Adriatico al Tirreno, dalle Marche al Lazio. Il Giro d’Italia Ciclocross si sposta in orizzontale e sbarca a Ladispoli per la terza tappa della dodicesima edizione. Sarà infatti la cittadina di mare tanto amato dai romani ad ospitare, domenica 18 ottobre, l’evento nazionale sotto l’egida della Federazione Ciclistica Italiana e l’organizzazione del Team Bike Terenzi con la collaborazione dell’ASD Romano Scotti. Il percorso, completamente inedito, sarà svelato nelle prossime ore, ma è già certo che non ci saranno tratti di sabbia sul litorale.
La carovana rosa del GIC arriva dopo due tappe intense, ricche di spunti agonistici e soprattutto con una grande partecipazione di atleti, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, a dimostrazione della grande attenzione che il mondo del ciclismo sta dedicando al ciclocross, e al Giro d’Italia in particolare, nonostante la compresenza di tutte le altre discipline rassegne continentali comprese. La gara sarà anche valida per il circuito regionale Lazio Cross – Trofeo Romano Scotti.
Le iscrizioni dovranno essere effettuate per la FCI tramite fattore K con ID GARA 155799, per tutti gli altri Enti è necessario inviare una mail all’indirizzo iscrizioni@ciclocrossroma.it. È prevista anche una gara per i giovanissimi ciclisti da G1 a G5 (7-11 anni) a disputarsi su uno short track dedicato (appuntamento alle 10:30, gare alle 12:00).

«Benvenuti a Ladispoli, benvenuti sul litorale dei romani – saluta Claudio Terenzi, presidente del Team Bike Terenzi – il nostro team partecipa al Giro d’Italia Ciclocross da sempre e a tante altre competizioni in giro per lo Stivale. Per questo è un grandissimo motivo di vanto organizzare una tappa a livello nazionale, in primis per la storica amicizia con la famiglia Scotti, cui mi lega un rapporto che dura dalla nostra infanzia, e poi per la promozione del territorio e delle nostre belle speranze ciclistiche. L’impegno che ci stiamo mettendo è massimo e la cosa che mi piace rimarcare è che tutto il team, i famigliari e i ragazzi, si prodigano affinché questo carrozzone vada avanti, voglio dare meriti a loro che ci aiutano in maniera gratuita. In questa stagione il nostro organico agonistico si è arricchito di corridori del calibro di Loconsolo, Carrer e Brafa; c’è tanta attenzione da parte di atleti d’èlite per far parte del nostro team, anche questo è motivo di vanto. Ciò che conta è che continuiamo a fare enormi sacrifici per promuovere le gare e siamo certi che la terza tappa del Giro d’Italia Ciclocross resterà nei vostri ricordi».