Un gentiluomo, uno che se lo chiamavi presidente ti rispondeva in maniera schietta “sono Renzo”. Un personaggio talmente buono che nel mondo del calcio a volte appariva perfino “stonato”. E’ morto nella notte a Viterbo Renzo Lucarini, 73 anni, al termine di una malattia che gli aveva azzannato i garretti in maniera beffarda. Lucarini è stato capo facchino della mini macchina del centro storico. In questa veste, prima di passare il testimone al figlio, ha cresciuto intere generazioni di viterbesi sotto il segno di Santa Rosa.

Era delegato della sezione Figc viterbese e consigliere della Lega nazionale dilettanti. I funerali si terranno domani (lunedì) alle 14, 30 nella chiesa di Santa Rosa