Andrea Sofia Rabino a Pietramurata (Ph. Christian Valeri)

L’appuntamento estivo del Campionato Italiano Trial ospitato dal celebre Offroad Park di Pietramurata di Dro (Provincia di Trento) ha visto i giovani Pata Talenti Azzurri FMI salire sul podio in tutte le rispettive classi di appartenenza. Un gran weekend per i trialisti supportati dalla Federazione Motociclistica Italiana e da Pata Snack, in evidenza facendo tesoro del lavoro compiuto in un’intensa settimana di allenamenti che ha decisamente sortito gli effetti sperati.

Nella top class TR1, Lorenzo Gandola (Beta Factory Trial – Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro) si è confermato al secondo posto assoluto in campionato. Con una terza e seconda posizione in gara tra sabato e domenica, il giovane Pata Talento Azzurro ha confermato la sua crescita, affermandosi sempre più nell’élite del Trial italiano. In costante e continua progressione al debutto nella classe regina anche Carlo Alberto Rabino (Beta Rabino Sport – A.M.C. Gentlemen’s), al suo miglior fine settimana nella TR1 con un quinto ed un quarto posto nelle due gare, presentandosi oltretutto a Pietramurata reduce dalla sensazione vittoria nella tappa del Campionato Italiano Trial Indoor conseguita a Lazzate.La graduatoria Femminile ha riaffermato il talento di Andrea Sofia Rabino (Beta Rabino Sport – A.M.C. Gentlemen’s). La quindicenne trialista leader della Coppa del Mondo Trial2 Women ha messo a segno la seconda personale vittoria in quattro gare nella serie tricolore, consolidando ulteriormente il suo primato in classifica con un considerevole margine di vantaggio sulle più dirette inseguitrici.

I risultati di rilievo dei Pata Talenti Azzurri FMI sono proseguiti anche nelle altre classi in gara. Nella TR2, Andrea Gabutti (Team TRRS Italia NILS – Moto Club Lazzate) ha concluso secondo sabato, sfiorando il podio con il quarto posto di domenica. La TR3 ha riportato nelle posizioni che contano Valentino Feltrin (Beta – Moto Club Lazzate), secondo domenica dopo la decima posizione conseguita nella prima giornata, lasciandosi alle spalle l’assenza forzata di tutta la stagione 2020 per un sofferto infortunio al polso.

La TR3 125 riservata ai giovani talenti da 14 a 21 anni di età con moto 125cc si è confermata come la classe dei Pata Talenti Azzurri FMI. Con un ottimo punteggio, Giacomo Brunisso e Mirko Pedretti, entrambi su Beta e parte del Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro, hanno concluso con quest’ordine ai primi due posti in entrambe le giornate di gara. Buona prova anche da parte di Marco Turco (Vertigo – Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro), secondo nella gara MiniTrial A, contestualmente recuperando qualche punto al capo-classifica di campionato.

Fabio Lenzi, Direttore Tecnico Trial FMI: “A Pietramurata si sono visti i risultati del lavoro compiuti in occasione dei numerosi Raduni Collegiali organizzati nell’ultimo periodo, espressamente dedicati ai Talenti Azzurri. Il primo, tenutosi in occasione della gara Urban Trial di Lazzate, ha avuto un seguito domenica scorsa con dei Test atletici a Pragelato ed ulteriori tre giornate di collegiale. I Talenti Azzurri si sono presentati a Pietramurata con un’intensa settimana di preparazione alla gara sulle spalle, con test soddisfacenti sul piano fisico, atletico ed ai comandi delle rispettive moto. Il lavoro compiuto ha dato i suoi frutti a cominciare da Andrea Sofia Rabino, vittoriosa in una gara rivelatasi molto impegnativa, tesi ribadita dal divario più ampio tra le partecipanti alla classe Femminile rispetto alla precedente tappa di Montoso. Ha vinto con un buon punteggio, discorso analogo per Giacomo Brunissimo nella TR3 125 dove ha preceduto Mirko Pedretti per l’ennesima doppietta dei Talenti Azzurri nelle due giornate di gara. Punteggi alla mano, sul medesimo percorso di gara Brunisso avrebbe vinto domenica la classe TR3, a conferma della brillante performance in relazione al fatto che corra chiaramente con una moto 125. Per quanto riguarda gli altri piloti coinvolti nel progetto, con il secondo posto Marco Turco ha guadagnato qualche punticino in campionato nella MiniTrial A, mentre Valentino Feltrin dopo un anno difficile ha ritrovato la gioia del podio nella TR3. Speriamo questo risultato gli sia d’aiuto per il suo morale per fare ancora meglio nelle prossime gare. Nella TR2, Andrea Gabutti ha vissuto un weekend altalenante con un secondo ed un quarto posto, pertanto per lui si tratta di una soddisfazione a metà. Siamo molto contenti dei risultati ottenuti da Lorenzo Gandola e Carlo Alberto Rabino, entrambi ai vertici della TR1. Per il primo è una riconferma del suo valore e del secondo posto in campionato, con un pizzico di rammarico per un inconveniente che gli ha precluso una potenziale vittoria sabato. Rabino ha guidato bene ed ha affrontato con il giusto approccio e mentalità i due giorni, confermando la sua crescita in questa sua stagione d’esordio nella classe regina.” Il Campionato Italiano Trial tornerà in azione il 5 settembre prossimo a Ponte di Legno, con alcuni dei Pata Talenti Azzurri FMI che saranno impegnati sabato 7 e domenica 8 agosto a Kramolin (Repubblica Ceca), teatro della conclusiva prova del Campionato Europeo 2021.

 

Articolo precedenteTav, cinquemila presenze al Trofeo Italia Unita
Prossimo articoloSabato a Ronciglione l’amarcord di Italia-Brasile