Mentre il quotidiano “Leggo” copia e incolla di sana pianta un articolo da VignaClaraBlog e in calce scrive perfino “riproduzione riservata”, e soprattutto mentre si gioca Italia-Macedonia e il telecronista continua a ripetere che “stiamo soffrendo” (forse mai ha lavorato ai mercati generali) sovviene la domanda delle cento pistole: dalle 21 alle 22 e 30 quante esplosioni ci sono state a Odessa, quanti morti a Kiev, quanti profughi hanno attraversato il confine? Certo, le domande sono tre, ma in ogni caso nessuno saprà dare nell’immediato risposte, visto e considerato che si stava incollati davanti la tv a sperare di battere una nazionale che sfido chiunque a dirne i confini o il nome della capitale. E’ l’Italia che va, con le sue macchinine vroom-vroom… E la Macedonia, alla fine, batte pure l’Italia…
Efisio Collu

Articolo precedenteAtletica Frascati, Leonardo Di Mugno vice campione regionale Cadetti nel lancio del giavellotto
Prossimo articoloL’editoriale – E il calcio italiano è di nuovo alla frutta