Si è avviato sotto la pioggia il weekend del Gran Premio Nolan del Made in Italy e dell’Emilia-Romagna. Oggi prime indicazioni dalla pista per i piloti che domani andranno alla caccia del miglior tempo per la griglia di domenica. Già presenti e riconoscibili i primi tifosi di Valentino Rossi, accorsi per assistere all’ultima apparizione italiana del “Dottore”. Quella che andrà in scena al Misano World Circuit sarà una grande festa per celebrarlo.

In occasione della sua ultima corsa in MotoGP davanti al pubblico della Riders’ Land, Valentino Rossi riceverà dalle mani del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale Luigi Di Maio, affiancato dal Sottosegretario allo Sport presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Valentina Vezzali, un premio alla carriera per aver rappresentato l’eccellenza italiana in tanti anni di carriera e in tutto il mondo.

Una ‘storia’ fatta di successi, ma anche dell’ineguagliabile capacità di alimentare fierezza in milioni di fans. ‘Vale’ ha generato orgoglio nazionale e a Misano World Circuit ciò gli sarà riconosciuto col premio come ‘Icona del Made in Italy nel mondo’, appositamente ideato dal designer Aldo Drudi.

“Quando mi hanno chiesto di pensare ad un trofeo destinato a Valentino Rossi ho subito pensato ad un materiale e ad una lavorazione che potesse garantire eleganza e una certa grinta Racing – spiega Drudi -. Ho pensato a qualcosa di sofisticato e originale che richiamasse il Made in Italy, il ‘bello e ben fatto italiano’. Ho immaginato una coppa in vetro soffiato di Murano avviando una fantastica collaborazione con Barovier&Toso. Dal 1295 i loro Maestri vetrai hanno fatto scuola, oltre sette secoli di storia per questa firma tutta italiana. Mi è parso subito il connubio giusto. Per questo progetto abbiamo scelto la lavorazione ‘a rostrato’, caratteristica di Barovier&Toso creata per la prima volta negli anni ’30 alla quale aggiungere l’iconografia classica di Valentino Rossi, il 46 e nove rostri smaltati a mano in oro 24 carati, nove come i Mondiali vinti da Vale, il tutto ufficializzato dai colori della bandiera italiana. Una applicazione lineare su un oggetto meraviglioso dal punto di vista della manifattura, preziosissimo nell’aspetto per essere all’altezza di un campione straordinario”.

Barovier&Toso è la più antica vetreria del mondo, fondata nel 1295 a Murano dove tuttora ha sede, è impegnata a tramandare la tradizione vetraria, innovandola continuamente.

I suoi prodotti sono capolavori senza tempo, unici per design, manifattura artigianale, tecnologia e creatività, che da settecento anni ispirano e danno forma alle emozioni.

Barovier&Toso produce oggetti ed illuminazione in vetro soffiato a Murano ed ha realizzato l’esclusiva coppa che sarà donata a Valentino Rossi. Il trofeo è un pezzo unico creato dalle mani esperte dei maestri vetrai di Barovier&Toso con la supervisione della Drudi Performance.

Ancora una volta Barovier&Toso è protagonista di un evento memorabile firmando un oggetto iconico che si aggiunge agli innumerevoli traguardi raggiunti in oltre 700 anni di storia.

Nel tardo pomeriggio di ieri, alla presenza del Presidente di Sport e Salute Vito Cozzoli, del Presidente FIM Jorge Viegas, del Ceo di Dorna Carmelo Ezpeleta, del Presidente Santa Monica SpA Luca Colaiacovo, del Managing Director Misano Word Circuit Andrea Albani e di tanti piloti e team manager, è stato inaugurato il nuovo Centro Tecnico FMI che sorge nella MWC Square.

foto Poderi

“Siamo davvero orgogliosi di inaugurare il nuovo Centro Tecnico FMI – ha dichiarato il Presidente della FMI, Giovanni Copioli -. Un altro passo importante per le tante attività federali quali corsi, stage e collegiali con i giovani, in particolare con i Pata Talenti Azzurri. L’orgoglio poi è dovuto anche all’essere riusciti ad inserirlo in una struttura tra le migliori al mondo come il Misano World Circuit e in particolare la nuova area della Square, cosa che testimonia la crescita della collaborazione da tempo avviata con Misano, per la quale ringrazio il Direttore Andrea Albani. Oggi abbiamo posto il primo tassello di un altro importante capitolo della storia della Federmoto. Da oggi la nostra passione ha una nuova casa”.

 

 

CONFERMATO IL PIANO VIABILITÀ. UN TRENINO PER ACCEDERE AL CIRCUITO DALLA ZONA MARE DI MISANO – Per una più fluida mobilità di accesso e deflusso dal circuito, è stato confermato il piano viabilità predisposto dal tavolo di lavoro coordinato dalla Prefettura di Rimini con il coinvolgimento degli enti e Forze di Polizia interessati.

Sono state individuate tre zone di accesso, connesse a determinati biglietti e raggiungibili mediante percorsi identificati da due diversi colori. I percorsi principali di accesso alla zona gialla sono stati individuati nella zona a monte di Misano in maniera da snellire i flussi di traffico presenti nelle direttrici viarie principali (SS16 e strade provinciali). La zona rossa è accessibile prioritariamente dalla statale 16. Per il Percorso giallo consigliata l’uscita autostradale di Riccione mentre per il percorso rosso quello di Cattolica.

 

Una apposita segnaletica provvisoria, circa un centinaio di cartelli installati ai principali incroci, indica il percorso da seguire per raggiungere il proprio punto di accesso. A ciò si aggiungono le torrette di segnalazione di circa 6 metri di altezza, posizionate in zone strategiche con colori e grafiche ad alta visibilità.

 

Le aree circostanti l’autodromo sono interdette al traffico, fatta eccezione per i residenti, le forze dell’ordine e i possessori del pass parkig.

 

Per quanto riguarda il deflusso, le auto e le moto in uscita dal circuito al termine dell’evento, vengono “accompagnate”, con segnaletica dedicata e personale in divisa, su strade dell’entroterra in modo da allontanarle velocemente dalla zona congestionata dell’autodromo.

 

Sono in funzione anche dei trenini turistici che collegano la zona mare di Misano con la zona rossa dell’autodromo (paddock e tribune), transitando dal centro accrediti e casse posto in via del mare all’incrocio con la SS16.

 

A vigilare sul funzionamento del piano sono impegnati oltre 100 agenti delle Polizie Locali e della Polizia Stradale.