Si sbizzarrisce la stampa, specialmente quella inglese, mentre i quotidiani sortivi italiani sonnecchiano e si soffermano sul calcio mercato, oppio d’un popolo che vive di pane e pallone. Fortuna che esiste il resto del mondo per comunicare che “Francesco Molinari è entrato nell’élite del golf”. Il trionfo all’Open Championship – il più antico tra i quattro Major esistenti, organizzato dal Royal and Ancient Golf Club of St. Andrews – scatena l’omaggio planetario all’azzurro del green: un successo che segue quello al Quicken Loans e che fa volare le quotazioni di Chicco Molinari, pronto a diventare “il nuovo eroe italiano”. L’impresa nel major viene celebrata da tutti, rivali compresi che salutano “il golfista campione dell’anno”.

Del resto “l’italian machine”, come è stato nominato il golfista azzurro, ha già detto che non ha intenzione di fermarsi ed è pronto a togliersi altre soddisfazioni. Intanto si gode la scalata alla classifica mondiale con il sesto posto conquistato e la pioggia di complimenti.