Batticuore Aprilia, va sotto 1-0 a Maglie e poi con cuore, coraggio e grande capacità tattica ribalta la situazione e vince un match fondamentale contro una diretta concorrente, riportandosi così al secondo posto della classifica assieme a Montella. Tre punti d’oro. Una Giovolley da applausi per come ha interpretato la partita, per come ha combattuto punto su punto, imponendo il gioco in uno dei campi più difficili della serie B1.

Bravissime le ragazze che ci hanno creduto dall’inizio alla fine, bravo il tecnico che ha azzeccato i cambi, ruotando tutte le ragazze e anche la panchina ha risposto benissimo. Una partita studiata molto bene a livello tattico e perfetta da questo punto di vista. Così, dopo la brutta e pensante sconfitta contro Volleyrò, la risposta che si aspettava è arrivata, la squadra non ha brillato nel primo set, ma poi ha prima pareggiato e poi nel terzo e quarto impresso il proprio ritmo in contrattacco e fase punto. Muzi ruotata in cabina di regia e attaccante ha risposto presente, bene le centrali Corvese e soprattutto l’ex Guidozzi. Ma il merito è di un gruppo che a due giornate dal termine della stagione regolare torna al secondo posto, superando di due punti la stessa Maglie. E la prossima settimana al PalaGiovolley arrivano proprie le iripine.

Le parole di Tonino Federici. “E’ una vittoria fondamentale, complimenti al gruppo che ha interpretato la gara molto bene, grazie a tutte quante. C’è stata una grande reazione da parte della squadra. Maglie ha un gioco che conosciamo bene, le loro caratteristiche si addicono al nostro gioco, abbiamo studiato il match. Poi avere un giocatore duttile come Muzi ci ha dato un vantaggio, è stata brava in attacco e nel gestire le diverse situazioni. Importante anche il recupero di Kranner, tanti tasselli sono andati a posto. Tre punti fondamentali per i playoff, ora il destino è nelle nostre mani, dipenderà da noi”.

Nel primo set Aprilia lotta su ogni pallone, cresce nel corso del set, ma Maglie ha in mano le redini del gioco e così nel rush finale spinge sull’acceleratore (22-20), poi Aprilia si mette in scia e prova a risalire, ma sul 23-22, due errori prima al servizio e poi in attacco concedono alla squadra pugliese la gioia di chiudere sul 25-22. Nel secondo la Giovolley cambia marcia ed è più presente in cambiopalla e fase break (8-6), Maglie non sta a guardare e replica alle laziali (10-9), Federici manda in campo Muzi al posto di Gioia e qualcosa cambia nell’assetto, così può allungare sul 14-10 anche grazie alle murate di Guidozzi. È un autentico rincorrersi perchè con la Kostadinova Maglie prova a riportarsi sotto (16-13). Il set è molto bello e avvincente, si prosegue colpo su colpo, Aprilia mantiene alto il ritmo con il cambiopalla (19-18), commette qualche errore che potrebbe rimettere in corsa le pugliesi (19-20), ma con Muzi e Corvese spinge ancora (23-20), Maglie non riesce più a uscire dalla rotazione con Liguori al servizio e Giovolley che chiude sul 25-20. Anche il terzo terzo è molto equilibrato, si lotta ancora punto su punto (10-11), Giovolley che va a intermittenza nel gioco, sbaglia (12-15), ma poi recupera grazie al muro-difesa (15-16). La squadra di Federici è più che mai dentro la partita e grazie a qualche errore avversario va sul 19-17, Federici manda in campo Gioia al posto di Gatto e mette Muzi da prima opposto in cabina di regia. Il cambio porta la Giovolley ad allungare la falcata sul 22-17 e chiude sul 25-18. Nel quarto Aprilia inizia bene (6-3), poi commettere diversi errori in contrattacco e va sotto (8-11), poi riprende a giocare come sa (11-11), infila un parziale di 6-0 (14-11). Le laziali mantengono il trend in cambiopalla anche grazie a Guidozzi (20-17), la Giovolley è padrona del campo e alla fine chiude sul 25-20.