Le carte per puntare al secondo colpaccio consecutivo, dopo quanto visto in Lettonia lo scorso anno, sembrano ormai essersi esaurite ma quanto raccolto dall’ultimo SM Pohjanmaa Ralli rivitalizza un Giovanni Trentin al sui primo scratch finnico.

Il pilota di Montebelluna, impegnato quest’anno nel Finnish Rally Championship, si presentava al via del quinto atto della serie con le spalle al muro, obbligato ad una prestazione di alto livello per poter mantenere aperta la partita per la classe SM3 contro un imprendibile Lassila.

Affiancato da Danilo Fappani il giovane portacolori di MT Racing e di ACI Team Italia, sostenuto anche da Movisport, partiva con un buon passo sulle prime tre prove del Venerdì, archiviando la frazione di apertura in sesta posizione di categoria ed in trentunesima assoluta.

Occasionalmente al volante di una Ford Fiesta Rally4 di Dogbox, in attesa che in casa Lorenzon Racing si completino i lavori su quella abitualmente utilizzata, il portabandiera della scuderia di Follina incappava nella rottura di un semiasse ad inizio Sabato, piombando in novantesima posizione nella generale ed in undicesima in quella di categoria.

“Eravamo al via con un team nuovo” – racconta Trentin – “ma, dopo le prime tre speciali del Venerdì, eravamo messi abbastanza bene. Sulla prima del Sabato, quella da oltre venti chilometri, si è rotto un semiasse ed abbiamo perso parecchio tempo. Davvero un peccato.”

Con una penalità di 3’40” sul groppone Trentin non si arrendeva e, deciso a far vedere a tutti il proprio potenziale, staccava il miglior tempo tra le SM3 sulla “Järviranta”, confermandosi nel treno di testa con altri due quinti ed un quarto parziale, prima di finire fuori tempo massimo per il cedimento del radiatore che non gli toglieva comunque la soddisfazione del primo scratch.

“Nonostante le penalità ed il fuori tempo massimo” – aggiunge Trentin – “qui ci hanno dato la possibilità di proseguire a correre, pur escludendoci dalla classifica finale. Questo ci ha permesso di continuare a fare esperienza su questi favolosi sterrati. Vincere la prima prova speciale in Finlandia, contro i finlandesi, è qualcosa di incredibile per noi. Siamo molto felici di questo e degli altri tempi che abbiamo fatto segnare al Sabato. È stata una gara più difficile delle altre, forse la più difficile in assoluto da quando corriamo in Finlandia. Grazie ad MT Racing, ad ACI Team Italia, a Movisport ed a tutti i partners che mi permettono di essere qui.”

Quando al termine della stagione mancano due appuntamenti, il Lahti SM Ralli di fine Agosto ed il Ralli Kitee di inizio Ottobre, la voglia di concludere in bellezza non manca di certo.

“Ci sono ancora due gare prima della fine del campionato finlandese” – conclude Trentin – “e, anche se siamo quasi certi di non poter più lottare per il titolo, vogliamo fare del nostro meglio sia al Lahti che al Kitee. Se riuscissimo a fare due belle gare potremmo riavvicinarci al podio di classe e, per essere la prima volta in Finlandia, non possiamo che essere già felici così.”

Articolo precedenteIsole Canarie, meta speciale per yoga addicted
Prossimo articoloIl magnetismo del Giro Lago di Resia si vive sabato 13 luglio